Dove si muovono i migliori talenti GLBT? Quali e dove sono le migliori condizioni per fare impresa o iniziare una nuova carriera professionale per le persone GLBT? Come può una smart city attrarre e sviluppare talenti GLBT e restare competitiva sul mercato globale?

Milano, 28 settembre 2015 – EDGE (Excellence & Diversity by GLBT Executives), EGMA (European Gay and Lesbian Managers Association) e il Comune di Milano presentano «LEADERS FOR CHANGE», la prima Business Convention GLBT Internazionale per parlare con i protagonisti del panorama Internazionale di smart city e opportunità per la comunità GLBT, che si terrà sabato 3 Ottobre a Palazzo Marino, Sala Alessi, e che fa parte del ricco calendario di EXPO In Città, il contenitore degli eventi organizzati in occasione di EXPO 2015.


LEGGI ANCHE : Amleto a Calais, Ai Weiwei a Lesbo e altre Eastorie


Innovazione, attrazione di investimenti, economia creativa, policy sociali ed economiche di inclusione per le persone GLBT, business e talent opportunity e retention: questi i principali temi che verranno trattati attraverso presentazioni di best practice, analisi delle più recenti ricerche e studi, discussioni con keynote speaker di comprovata esperienza internazionale e un panel formato da qualificati rappresentanti del mondo del lavoro e della politica. Il convegno incentrerà i suoi contenuti sulle opportunità che una città – una smart city – deve prospettare per essere considerata competitiva nell’odierno mercato globale, inclusa la sua capacità di attrarre talenti professionali GLBT, sia manageriali che imprenditoriali, e con un occhio attento al target dei consumatori GLBT.

“Siamo lieti di ospitare a Milano un evento importante per sensibilizzare i cittadini e le imprese al rispetto e alla diffusione di una nuova cultura dell'inclusione e riportare al centro del dibattito politico il superamento di quelle barriere culturali e sociali spesso ancora presenti nei luoghi di lavoro per le persone GLBT” così l’assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca Cristina Tajani che prosegue ”Come Amministrazione in questi anni abbiamo sostenuto la nascita di circa 400 start up stimolandole ad accettare la sfida dell'innovazione e dell'inclusione anche legata all'orientamento sessuale e all'identità di genere, intesa quindi non solo come tema di uguaglianza sostanziale, ma anche come occasione economica per modificare lo scenario in modo competitivo, trasformando uguaglianza e inclusione in una precisa strategia di impresa. Oggi sappiamo che le città e i territori più inclusivi sono anche quelli capaci di produrre migliori performance economiche”.

“Saluto con gioia e con enorme soddisfazione, avendo collaborato alla sua organizzazione, la business convention GLBT «LEADERS FOR CHANGE». Milano si onora di ospitare questo evento e di aprirsi alle forti opportunità che offre”. Così Rosaria Iardino, Consigliera comunale a Palazzo Marino, che di seguito aggiunge: “La mia città dimostra tutta quella capacità inclusiva che l’ha caratterizzata in questi anni di governo a firma Giuliano Pisapia. La comunità di manager gay e lesbiche hanno scelto Milano per dibattere di temi economici e sociali ritrovano nel capoluogo lombardo quel germe di modernità e di forte propensione al progresso che deve esserci, affinché speranze future possano germogliare. Do quindi il mio benvenuto a tutti gli intervenuti e auguro loro buon lavoro”.

“L’eredità che «LEADERS FOR CHANGE» è in grado di lasciare alla città di Milano è formata da concetti, analisi, idee, progetti e benchmark che speriamo possano aiutare a riposizionare Milano nel panorama internazionale delle città capaci di creare poli di attrazione per chi è interessato a creare business e liberare innovazione anche, ma non solo, per il turismo GLBT – afferma Angelo Caltagirone, Presidente di EDGE. Un nuovo punto di vista che speriamo possa arricchire l’esperienza dei partecipanti al convegno, e dare così un forte impulso al dibattito internazionale in corso sull’importanza della creazione di policy e pratiche che partendo dal riconoscimento e inclusione delle persone GLBT sia a livello sociale che economico creino un ambiente di business favorevole per l’intera comunità.”

“L’uguaglianza dei diritti umani e delle opportunità nelle società democratiche è la base per la crescita economica, culturale, personale e generale, di cui nessuna civiltà può fare a meno – afferma Daniel Seiler, Presidente di egma. Le città devono essere in grado di creare un ambiente accogliente e stimolante in grado di liberare energie e talenti, creare impresa e soddisfare le esigenze delle aziende innovative, di chi le crea e di chi ci lavora. «LEADERS FOR CHANGE» rappresenta un’opportunità per affrontare con player italiani e internazionali della comunità GLBT temi di grande interesse sia per i media che per le imprese e per l’opinione pubblica. Una due giorni di networking e apprendimento che speriamo sia solo il primo di una serie di appuntamenti periodici per la promozione di una cultura dell’inclusione e del riconoscimento in Italia così come avviene nel resto del mondo.”

I lavori si apriranno con i saluti del Comune di Milano, nelle persone della Vice Sindaca Francesca Balzani e degli Assessori Franco D’Alfonso e Cristina Tajani e proseguiranno con gli interventi dei sottosegretari alla Presidenza del Consiglio Ivan Scalfarotto e agli Affari Esteri Benedetto della Vedova, del Console Generale dei Paesi bassi a Milano David P.M. de Waal, del Console Generale degli USA a Milano Philip T. Reeker, del Consigliere Affari istituzionali dell’Ambasciata canadese Marc-Antoine Dumas, del Coordinatore di Expoincittà, ing. Claudio Artusi, e del Consigliere delegato a pari opportunità, politiche di genere, sostegno alle categorie più deboli e disabilità della Città Metropolitana di Milano Maria Rosaria Iardino.

Si proseguirà nella sessione mattutina con un keynote speech di Irene Tinagli (economista ed autrice assieme a Richard Florida di “Europe in the Creative Age”) su attrazione di talenti, politiche di inclusione, innovazione e sviluppo territoriale. Moderati da Fulvio Zendrini, Consulente di comunicazione e marketing aziendale e politico, del tema discuteranno Cristina Tajani (Assessore del Comune di Milano per le politiche del lavoro, lo sviluppo economico, l’università e la ricerca), Andrea Agnello (Director Industries Solutions Sales, IBM), Juan P. Julià Blanch (Presidente di Axel Hotels e Board Member della IGLTA – International Gay and Lesbian Travel Association), Juul van Hoof (Director del Rainbow Cities Network), Marco Margheri, (Vice President Public Affairs di Edison Spa), Justin Nelson (Co-Fondatore e Presidente della National Gay & Lesbian Chamber of Commerce USA), Camilla Seibezzi (Cultural Manager).

Il pomeriggio inizierà con un keynote speech di Fred P. Hochberg, (Chairman & President della Export/Import Bank USA) e sarà dedicato al racconto diretto di success story di business leader della comunità GLBT internazionale e della loro esperienza di interazione con l’ambiente di business delle città. Con la moderazione di Barbara Vecchietti (Co-Fondatrice di Food on the road e Vicepresidente di EDGE) ne discuteranno e si racconteranno Mark Robbins, Presidente e CEO dell’American Academy di Roma, Darrell Schuurmann, della Canadian Gay and Lesbian Chamber of Commerce e Daniel Winterfeld, Head of international capital markets dello studio legale CMS di Londra.

L’evento è organizzato con il patrocinio e il sostegno dell’Ambasciata dei Paesi Bassi, del Consolato degli Stati Uniti d’America, dell’Ambasciata Canadese. Inoltre vanta il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, dell’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali – e della Città Metropolitana di Milano. Conta inoltre sulla sponsorship di IBM, Network Gay Leadership, Unicredit, Tiscali, IKEA e Arsenico e si avvale della media partnership con Wired e della partnership di associazioni ed imprese che ne hanno supportato la realizzazione, fra cui Special Lab, IGLTA (International Gay&Lesbian Travel Association), NGLCC (National Gay&Lesbian Chamber of Commerce, CGLCC (Canadian Gay&Lesbian Chamber of Commerce), Le Cose Cambiano, Parks – Liberi e Uguali –, Globe Mae, LGBT Leaders.

Per consultare il programma completo http://leadersforchange.eu/program

Palazzo Marino – Sala Alessi

Milano, 3 ottobre 2015

www.leadersforchange.eu

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE