La Cina è il modello prevalente e debordante, ma non è l’unico. L’Asia è anche l’armonica efficienza di Singapore, equilibrio e sintesi di tradizione e modernità. O la continuità della capitale thailandese con una filosofia di vita non ancora scalfita dallo stress e dalle tipiche nevrosi occidentali. Difficile capire se e come queste diversità riusciranno a resistere alla travolgente galoppata cinese.

 


LEGGI ANCHE : L'autunno di un boss e il traffico di donne della Yakuza


Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE