Che anche nel 2017 il ruolo delle donne nel mercato del lavoro sia sottostimato è cosa nota. Il numero uno del Fondo monetario internazionale (Fmi), Christine Lagarde, ha più volte ricordato che il gender gap è uno dei maggiori problemi mondiali. L’ultima volta l’ha fatto a inizio anno, durante il World economic forum (Wef) di Davos. “Quando una donna inizia a parlare, gli uomini si spengono”, ha detto la Lagarde di fronte a una platea composta in prevalenza da uomini. Il percorso verso la parità di genere in ambito lavorativo è ancora lungo. E questo pone interrogativi sulle occasioni perse per l’economia globale.


LEGGI ANCHE : La Nasa,il fundraising e le nuove terre


Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.