I sistemi armati autonomi sono al centro di un dibattito fra l’Onu, i centri di ricerca, le conferenze sugli armamenti e la Convenzione di Ginevra.


LEGGI ANCHE : L’intelligenza artificiale salverà la foresta pluviale del Congo


A pattugliare le frontiere di Israele c’è Avant-Guard, un’auto armata che individua e tiene sotto mira obiettivi nemici. Il cacciatorpediniere Zumwalt ha un “cervello” che lo rende autonomo nell’individuare e “agganciare” sottomarini o missili subacquei ostili. Nei due casi l’ordine di colpire è, ancora, una scelta umana.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.

concorso