Nel 2017 nel giro di pochi mesi il mondo è stato testimone di due dei più grandi attacchi hacker della storia, WannaCry a maggio e Petya a giugno. Migliaia di computer in tutto il pianeta, dagli Stati Uniti alla Russia, dal Brasile all'Australia sono stati infettati contemporaneamente con dei software dannosi, dei malware, che sono stati capaci di compromettere il sistema della banca nazionale dell'Ucraina, quello del servizio sanitario britannico, quello delle ferrovie di Stato tedesche e addirittura il sistema di monitoraggio delle radiazioni della centrale di Chernobyl.


LEGGI ANCHE : L'esercito di hacker della Corea del Nord ora fa più paura


Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.