AFGHANISTAN

afghanistan
SUPERFICIE652.230 kmq
PIL15.423 milioni di € (2013)
POPOLAZIONE131.822.848
INFLAZIONE6,8% (2012)
ETA' MEDIA18 anni

Qui Herat! Radio Bayan West e le PsyOps italiane del 28° Pavia in Afghanistan

“Crush the terrorists with your mind” recita, fra il serio e il faceto, un manifesto dal gusto retrò nel quale un pilota stringe la mano, come a concentrarsi nell'atto di schiacciare qualcosa. Il nemico, appunto. E sotto: “US Dept. Psy Ops”, cioé guerra psicologica ( psychological operations, nda) una forma di combattimento che parrebbe moderna, ma in realtà è molto antica e che si muove sui binari dell'informazione e della propaganda per sondare ed influenzare comportamenti e stato d'animo del nemico.
Marco Petrelli • Domenica, 07 Maggio 2017 11:05
 

L'amore di al Baghdadi per la natura tra fake news e l'oppio afghano

E' Pakistan Today a lanciare la notizia: l'Isis Provincia del Khoarsan propaganda fra afghani e pakistani la guerra all'occidente, la supremazia del Califfato e... uno stile di vita consono a non danneggiare il clima.
Marco Petrelli • Venerdì, 17 Marzo 2017 10:00
 

Guerra senza pace

Mentre i Taliban aumentano la propria influenza in aree dominate da forze rivali, lo Stato islamico crea una propria provincia nella regione del Khorasan.
Daniele Grassi • Lunedì, 27 Febbraio 2017 15:48
 

Amici talebani, l'inimmaginabile alleanza con la Russia nella guerra a ISIS

I tempi cambiano. Una volta erano i nemici per antonomasia – peggio di Be Beep e Will il Coyote – oggi possibili alleati. Sono i russi e i talebani, uniti – dicono loro – dalla comune lotta contro lo Stato Islamico.
Cecilia Tosi • Mercoledì, 11 Gennaio 2017 12:44
 

Ue-Afghanistan: un accordo con molte incognite

A Bruxelles si è tenuta la conferenza internazionale per l’Afghanistan. Durante la due giorni, il capo di stato Ashraf Ghani e il suo Chief Executive Officer Abdullah Abdullah hanno incontrato i rappresentanti di 70 paesi donatori e di 30 agenzie internazionali per assicurare che il paese continui a ricevere gli aiuti necessari a fare fronte a una situazione a dir poco precaria tanto dal punto di vista economico quanto da quello della stabilità politica interna e della sicurezza. Per il periodo 2016-2020 i paesi donatori si sono impegnati a versare al paese 15,2 miliardi di dollari (di cui 1,5 miliardi l’anno dall’Unione europea), che vanno ad aggiungersi ai 130 miliardi di dollari ricevuti dal paese dal 2002 a oggi.
Annalisa Perteghella • Lunedì, 10 Ottobre 2016 12:20