A security guard walks in front of an image of the Federal Reserve.Washington, DC, U.S. on March 16, 2016. REUTERS/Kevin Lamarque.

Dalla metà del mese di Maggio ad oggi gli Stati Uniti d’America stanno crescendo ad un'andatura moderata: il mercato del lavoro dà lievi segni di miglioramento con l’occupazione in aumento così come la pressione sui salari appare modesta; secondo i dati rilasciati dalla National Association of Home Builders (NAHB), il mese di Giugno è stato il migliore dalla crisi dei mutui sub-prime di circa dieci anni fa sia rispetto all’avvio di nuove costruzioni immobiliari, ma anche per quanto concerne la vendita di case già esistenti, registrando vendite per un totale di 5,57 milioni di unità; per il settore manifatturiero, ad eccezione della parentesi Brexit con trascurabile impatto (almeno per ora) sui consumi ed il commercio, la situazione è in miglioramento secondo quanto mostrato dall’indice PMI in rialzo dal 51,3 al 53,2 nel mese di Luglio malgrado le ultime performance deludenti, forse in concomitanza delle chiusure estive.


LEGGI ANCHE : Imbarco, destinazione: Istanbul


Le prospettive di inflazione, dal canto loro, restano tuttavia ancora lontane dal 2% atteso (attualmente all’1,6% core), forse a causa della forte picchiata dei prezzi delle risorse energetiche e delle importazioni.

Dato il contesto apparentemente uniforme, come si stanno muovendo i diversi distretti della Fed rispetto alle prospettive del paese? A discapito di quanto ci aspetteremmo, secondo il Beige Book -  informativa sintetica dell’autorità centrale americana sulle condizioni economiche per ciascuna divisione - la situazione appare alquanto eterogenea.

Occupazione, salari e prezzi

Le aziende di Dallas riportano diversi livelli di occupazione a seconda dei settori mentre a Boston e Atlanta le assunzioni procedono in maniera cauta, nonostante la forte domanda di manodopera qualificata in settori quali biotecnologie, IT ed Healthcare. Nel manifatturiero Filadelfia e Dallas rimangono qualche passo indietro rispetto agli altri distretti mentre nel retail San Francisco si rivela il più debole.

Robusta è la pressione verso l’alto dei salari dei neo assunti a Cleveland, Chicago, San Francisco e Richmond; in quest’ultimo distretto, le aziende, non avendo aumentato gli stipendi, sono rimaste con lavoratori meno specializzati.

Per quanto riguarda i prezzi degli input e dell’immobiliare, in ascesa per tutti i distretti, San Francisco si configura come mosca bianca muovendosi in direzione opposta.

Spese di consumo e turismo

Le attività di vendita al dettaglio sono in lieve calo a Philadelphia, Cleveland, Richmond, Atlanta e Chicago, e in modesta crescita a St. Louis, Minneapolis, Kansas City, e San Francisco. Tra i rivenditori generici, la prospettiva è sostanzialmente ottimista a Boston, Philadelphia, e Kansas City, mentre da Atlanta e St. Louis sono previste vendite piatte o leggermente superiori nei mesi a venire. La maggior parte dei distretti hanno registrato un calo delle vendite di automobili, ad eccezione di Cleveland, Kansas City e Dallas. Dal punto di vista di viaggi e turismo, i distretti si muovono nella giusta direzione con un’attività esposta a rallentamenti a New York ma, al contrario, molto positiva a Richmond, Chicago e Kansas City.

Manifattura ed altre attività industriali

I distretti di segnalazione hanno notato che le prospettive sono buone ma le prospettive future appaiono in peggioramento. Attività in declino a Richmond e Dallas, invariate a Cleveland e San Francisco, e aumentate a Boston e Atlanta, ma ad un ritmo più lento di quanto precedentemente riportato. L'attività ha continuato ad crescere a un ritmo modesto a Chicago e Minneapolis. Diversi distretti hanno riportato un rimbalzo dopo un calo nel precedente periodo di riferimento, tra cui New York, Philadelphia, St. Louis e Kansas City.

Le condizioni nel settore dei metalli di base sono molteplici: a Philadelphia e Dallas hanno registrato un declino di nuovi ordini delle attività più debole, Cleveland e Chicago hanno riportato un aumento della domanda di acciaio. Per contro Boston, Chicago e Minneapolis, produttori con legami con il settore energetico, hanno comunicato debolezza.

Incrementi di attività nel settore dei servizi alle imprese professionali sono stati riportati da Minneapolis, Kansas City, e Dallas, e nel settore della sanità a Richmond, St. Louis e Dallas. I rapporti del settore della tecnologia segnalano vendite più lente a San Francisco, modesti incrementi a Kansas City e una crescita robusta a Boston.

Per il settore dei trasporti, il volume complessivo di merci è sceso a Cleveland, e le relazioni da Chicago indicano un calo della domanda di servizi. Ad Atlanta e Dallas hanno notato una diminuzione del volume di carico ferroviario. Al contrario, il volume di containers nei porti è aumentato nei distretti di Richmond e Atlanta.

Costruzioni e settore immobiliare

L’ attività immobiliare residenziale ha continuato a rafforzarsi rispetto al periodo precedente con vendite di case unifamiliari che aumentano a un ritmo moderato nel complesso, in particolare a Boston, Cleveland e St. Louis.

I distretti generalmente hanno riferito che i prezzi delle case sono aumentati, con l'attività edilizia residenziale per lo più positiva, con Cleveland e Kansas City in prima linea. Viceversa, a New York e Chicago, le costruzioni unifamiliari e residenziali stanno diminuendo gradualmente.

I tassi di assorbimento e di affitto sono aumentati in Atlanta e Kansas City. Un miglioramento dei mercati immobiliari industriali è stato registrato a New York, Richmond, e Dallas. Diversi contatti a Richmond inoltre riferiscono una robusta attività di leasing di vendita al dettaglio.

Ancora, a New York i livelli di costruzione multifamiliare è diminuito gradualmente rispetto al resto dei distretti.

Banche e finanza

La domanda globale di prestiti è aumentata, anche se i rapporti sul ritmo di crescita variano molto da zona a zona: costante, ma lenta a Cleveland e Dallas, forte a St. Louis. La domanda si è allargata anche per i prestiti immobiliari commerciali a New York, Philadelphia, Richmond, e Kansas City e precipitata a Dallas.

La qualità del credito è migliorata nei distretti di segnalazione, tranne che a Chicago e Kansas City dove è rimasta in gran parte invariata, così come gli standard di prestito a New York, Cleveland e Kansas City. Dallas ha riferito valori più rilassati per tutti i settori ad eccezione dell’energetico.

Agricoltura e risorse naturali

L'attività agricola ha visto un medio miglioramento. La maggior parte dei distretti di segnalazione hanno notato un aumento dei prezzi per le rispettive principali colture mentre Cleveland, Richmond e Chicago hanno riferito che alcuni prezzi sul raccolto sono diminuiti di recente. Le condizioni di crescita sono al momento buone, ma Richmond ha riportato danni dalle alluvioni in West Virginia e Atlanta ha risentito notevolmente dei recenti periodi di siccità.

I livelli di reddito agricolo dovrebbero migliorare a Chicago, St. Louis, Minneapolis, Kansas City e Dallas dove erano alquanto bassi.

Una debole crescita invece caratterizza il settore dell’energia a Cleveland, Atlanta, Kansas City e Dallas; tuttavia, le prospettive per il petrolio e il gas sono positive a Kansas City e Dallas. Dallas e Atlanta hanno notato che la disponibilità di credito è un importante rischio al ribasso per il futuro.

Il numero di impianti di perforazione operativo è sceso a Kansas City, è rimasto invariato a Cleveland, ed è aumentato a Minneapolis e Dallas; un continuo, grave, calo della produzione di carbone è stato segnalato poi a St. Louis.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE