L’innovazione nei pagamenti tecnologici, in Italia e nel mondo

Dai contanti al denaro virtuale: come è cambiata l’economia mondiale negli anni

Internet, tra i tanti cambiamenti che ha introdotto a livello sociale, con la sempre crescente interazione tra gli utenti, ha anche modificato le regole dell’economia. Un fenomeno, dovuto in generale, alla digitalizzazione del sistema e delle operazioni.

Secondo alcune stime recenti si pensa che i pagamenti digitali in tutto il globo cresceranno del 10,9 per cento entro l’anno 2020, con un netto incremento rispetto al periodo precedente , anche se già nel biennio 2014-2015 c’era stata una crescita del settore pari a oltre 11 punti percentuali. Significativa per quanto riguarda il nostro paese, proprio a questo proposito, è l’evoluzione del sistema Bancomat. Nato in Italia nel 1983 con la prima carta di debito, esso ha dapprima garantito la possibilità di prelevare denaro contante dagli sportelli abilitati presenti sul territorio. Il sistema si è poi evoluto, di pari passo con l’avanzare della tecnologia,  permettendo il pagamento di determinati servizi e beni tramite il cosiddetto POS (traducibile, dall’inglese “point of sale”, in “terminale di pagamento”), che consente di effettuare transazioni monetarie anche tramite carta all’interno degli esercizi abilitati.  Non manca oggi la possibilità per gli utenti interattivi di fare acquisti istantanei, grazie alla tecnologia dei pagamenti elettronici. Si tratta di servizi accessibili tutti i giorni e a tutte le ore grazie alle potenzialità di Internet, veloci e spesso economici, con transazioni interbancarie praticamente immediate.  Ma c’è un ulteriore fenomeno che ha rivoluzionato l‘approccio a questo mondo, tanto complesso quanto in perenne evoluzione: la criptovaluta. Cosa si intende per criptovaluta? Si tratta, in pratica, di una sorta di “valuta paritaria” e tutta digitale, incentrata sulla crittografia.  A questo proposito molti avranno sentito parlare dei Bitcoin, ovvero un sistema di pagamenti mondiale - considerato non tanto una moneta quanto un mezzo di pagamento alquanto volatile-  attivo fin dall’anno 2009 (periodo della sua invenzione da parte di Satoshi Nakamoto, uno pseudonimo), e al quale gli stati del globo stanno rispondendo in diverso modo. Ecco, allo stato attuale, quali sono le principali criptovalute nel mondo:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Ripple
  • EOS
  • Litecoin
  • Bitcoin Cash
  • Stellar
  • TRON
  • Binance Coin
  • Bitcoin SV

Acquisti, intrattenimento, servizi, una rivoluzione mondiale

Indipendentemente comunque dal mezzo di pagamento utilizzato, i contanti, in Italia come nel mondo, stanno subendo un netto ridimensionamento.  Pare infatti, secondo le recenti ricerche, che il denaro contante in circolazione sia pari a poco meno del 10 per cento rispetto al prodotto interno lordo mondiale. E tutti i settori dell’economia bn sono coinvolti da questo epocale cambiamento tecnologico-digitale.  Si passa dai negozi virtuali fino all’intrattenimento, come dimostra anche l’utilizzo del sistema PayPal, usato in tutto il mondo indistintamente e per ogni genere di attività: navigando sul web non sarà infatti difficile poter pagare dei servizi della pubblica amministrazione tramite questa tecnologia, così come anche trovare una lista dei migliori casinò che accettano Paypal. Tutto ciò grazie alla velocità del sistema e alla sicurezza dell’utente. E la sicurezza, come si vedrà in seguito, è uno dei punti focali di questo importante cambiamento. 

Le pubbliche amministrazioni e le compravendite online: il tema della sicurezza

Le pubbliche amministrazioni si stanno sempre più adeguando ai cambiamenti imposti dalla tecnologia.

Il sistema PagoPA, a questo proposito, ha dato una svolta rilevante all’Italia digitale, grazie alla possibilità di effettuare pagamenti da parte degli utenti verso le pubbliche amministrazioni sfruttando una modalità telematica, secondo le seguenti possibilità:

  • home banking
  • agenzie bancarie sul territorio,
  • sportelli ATM abilitati alla funzione
  • punti vendita Sisal
  • Lottomatica e Banca 5
  • sportelli postali con necessaria abilitazione

Dall’altro lato, anche le compravendite su siti specializzati sono sempre più frequenti, come dimostrano i dati relativi al settore: soltanto a ridosso del periodo di Natale 2018, secondo le stime del Politecnico di Milano, gli italiani hanno speso 6,8 miliardi di euro su Internet, con una crescita di ben 20 punti percentuali rispetto al 2017.

Eppure è sempre bene tenere presente, in questa tendenza positiva verso il commercio e i servizi online, che comportano dunque i pagamenti necessariamente connessi, stare attenti alla sicurezza dell’utente.

Ecco alcuni piccoli consigli in merito, per evitare spiacevoli sorprese:

 - nel caso di acquisti informarsi sulle credenziali e le recensioni del venditore o del fornitore del servizio, per evitare problemi come quello del phishing;

- informarsi sulle condizioni di contratto del sito che offre il prodotto o il servizio

- pagare tramite connessione protetta;

- conservare tutti i documenti relativi agli acquisti e/ o alle transazioni effettuate

- aggiornare i dispositivi antivirus del pc o del mobile;

- installare appositi firewall per evitare la sottrazione di potenziali informazioni importanti.

Write a comment for the Article
@
GUALA