A Poltava, rileggendo Gogol’ e Rigoni Stern


Attraversando queste terre durante la campagna di Russia, alla testa di un battaglione male armato e male equipaggiato, il giovane sergente di Asiago, appassionato lettore di Tolstoj e Gorkij, rimane affascinato dagli enormi campi di frumento e di girasoli che delimitano l’orizzonte oltre il quale si aspetta di scorgere, nei giorni a venire, le montagne del Caucaso.Ecco che cosa è rimasto oggi di quella realtà.

Attraversando queste terre durante la campagna di Russia, alla testa di un battaglione male armato e male equipaggiato, il giovane sergente di Asiago, appassionato lettore di Tolstoj e Gorkij, rimane affascinato dagli enormi campi di frumento e di girasoli che delimitano l’orizzonte oltre il quale si aspetta di scorgere, nei giorni a venire, le montagne del Caucaso.Ecco che cosa è rimasto oggi di quella realtà.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img