spot_img

Accordo tra Nuova Zelanda e Giappone. Verso i “Six Eyes”?


La visita a Tokyo della Prima Ministra neozelandese Jacinda Ardern è l’occasione per annunciare l’apertura di un negoziato per un accordo tra la Nuova Zelanda e il Giappone che potrebbe portare quest'ultimo all'ingresso nei Five Eyes

Marco Dell'Aguzzo Marco Dell'Aguzzo
Giornalista, scrive per eastwest, Il Sole 24 Ore, il manifesto, Vanity Fair, Aspenia e Start Magazine. Si occupa di energia e di affari nordamericani.

La visita a Tokyo della Prima Ministra neozelandese Jacinda Ardern è l’occasione per annunciare l’apertura di un negoziato per un accordo tra la Nuova Zelanda e il Giappone che potrebbe portare quest’ultimo all’ingresso nei Five Eyes

La visita a Tokyo della Prima Ministra neozelandese Jacinda Ardern, giovedì, è stata l’occasione per annunciare l’apertura di un negoziato per un accordo sulla condivisione di informazioni classificate tra la Nuova Zelanda e il Giappone. Che potrebbe in seguito portare – è questo l’elemento più interessante della notizia – all’ingresso del Giappone nei Five Eyes, l’alleanza sullo scambio di intelligence tra gli Stati Uniti, il Regno Unito, il Canada, l’Australia e, appunto, la Nuova Zelanda.

Il Giappone vuole i “Six Eyes”

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img