spot_img

Ad Abu Dhabi il Museo dei Musei


A soli 7 minuti da Abu Dhabi sorge Saadiyat Island, “Isola della felicità”: un’isola di sabbia bianca destinata a diventare il nuovo polo culturale planetario, capace di attirare visitatori da tutto il mondo, nuova frontiera artistica del millennio.

A soli 7 minuti da Abu Dhabi sorge Saadiyat Island, “Isola della felicità”: un’isola di sabbia bianca destinata a diventare il nuovo polo culturale planetario, capace di attirare visitatori da tutto il mondo, nuova frontiera artistica del millennio.

 

SAADIYAT CULTURAL DISTRICT rappresenta oggi uno dei progetti più ambiziosi della storia degli EAU che, ancora una volta, collocherà la capitale ai vertici mondiali.

Attraverso la costruzione di edifici innovativi destinati ad accogliere musei, collezioni d’arte, sale espositive e teatri, il distretto raccoglierà la più grande concentrazione artistica ed architettonica mai vista prima.

Il sogno, voluto dal principe Sheikh Mohammed Bin Zayed Al Nahyan, richiederà un investimento previsto di 76 miliardi di dollari; per realizzarlo “è bastato” chiamare i più grandi architetti, ingegneri e designer del pianeta.

Nel Distretto sorgeranno il Guggenheim, il Louvre, un Museo Nazionale, il Centro delle Arti dello Spettacolo, il Museo Marittimo, diversi padiglioni e spazi all’aperto.

Photo REUTERS/Jumana El Heloueh
Ma andiamo per ordine.

Il Guggenheim Abu Dhabi, il più grande del mondo, sarà una piattaforma per l’arte contemporanea che mostrerà capolavori internazionali ed opere locali. Disegnata da Frank Gehry, la struttura richiamerà le architetture del Golfo, incorporando scenografici coni alti sino ad 80 m che evocano le torri del vento tradizionali della penisola.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img