NIGERIA

nigeria
SUPERFICIE923.768 kmq
POPOLAZIONE179.000.000
ETA' MEDIA18 anni
Source: CIA, World Bank, CPI, World Economic Forum, 2016

Scenario politico

Dopo l'indipendenza ottenuta nel 1960, la Nigeria è stata oggetto di svariati colpi di stato e un dominio per lo più militare fino alla morte del capo di stato – il generale dell'esercito Sani Abacha – nel 1988. Ne è seguita una transizione politica e infine l'instaurazione di un regime democratico nel 1999. Da allora il Partito Democratico del Popolo (PDP), ha dominato la scena politica nigeriana, prevalendo nelle elezioni fino al disastroso risultato conseguito nell'ultimo suffragio del 2015, che ha visto la vittoria del partito d'opposizione, il Congresso di Tutti i Progressisti, che ha ottenuto maggioranze in entrambe le camere oltre al'insediamento del proprio candidato alla presidenza, Muhammadu Buhari.

Il Partito Progressivo del Congresso (APC) è stato fondato nel febbraio del 2013 attraverso una fusione tra i tre principali partiti d'opposizione – il Congresso d'Azione delle Nigeria (ACN), Il Partito del Popolo di Tutta la Nigeria (ANPP) e il Congresso per il Cambiamento Progressista (CPC). Questa nuova forza è riuscita a consolidare la propria posizione e tra la fine del 2013 e l'inizio del 2014 si è guadagnata il sostegno di molto legislatori che avevano disertato i ranghi del partito al governo.

L'ex generale musulmano Muhammadu Buhari, che si era candidato senza successo alle presidenziali nel 2003, 2007 e 2001, è riuscito ad emergere nel dicembre 2014, come candidato presidente per il Congresso di Tutti i Progressisti alle elezioni generali tenute nel marzo del 2015 e da lui vinte, sconfiggendo il presidente uscente Goodluck Jonathan. Ciò nonostante, sebbene abbia il controllo sia del livello federale che statale del governo, in quanto fusione di più partiti, l'APC non vanta una grande coesione ideologica. Perciò mantenere l'unità del partito APC fino alle prossime elezioni nazionali previste per marzo 2019 sarà una sfida notevole per Buhani. Inoltre, il precedente partito al potere, il Partito Democratico del Popolo (PDP), anch'esso alle prese con faide interne, gode ancora di notevole sostegno. Il risultato delle prossime elezioni nel 2019 dipenderà largamente sull'unità del APC e se riuscirà a convincere i nigeriani di essere stato più efficace del precedente governo nel migliorare le condizioni di vita dei nigeriani.

INDICATORInigeria

nigeria

nigeria

nigeria

nigeria

nigeria

TUTTI GLI ARTICOLI

C'è un Boko Haram che oltre a uccidere prova a conquistare i civili

La dittatura dello storico leader Shekau nel 2016 ha portato alla scissione del gruppo jihadista nigeriano. La fazione maggioritaria guidata dal carismatico Nur rilancia il movimento seguendo un modello più inclusivo. Ma continua a seminare terrore. E rimane fedele all’Isis
Marco Cochi • Venerdì, 17 Agosto 2018 09:32
 

In Nigeria la guerra tra pastori e contadini uccide più del terrorismo

Viene descritto come un conflitto etnico-religioso, ma la guerra tra pastori (musulmani) e contadini (cristiani) ha in palio acqua e terra. La desertificazione spinge i mandriani sempre più a sud, moltiplicando gli scontri. E trasforma l’atavica ostilità in un’emergenza politica
Marco Cochi • Domenica, 10 Giugno 2018 10:25
 

L'ombra di Cambridge Analytica anche sulle elezioni in Africa

Non solo Brexit e Trump, anche in Africa il gruppo Scl, che controlla Cambridge Analytica, opera da tempo nelle campagne elettorali. A partire dal voto in Sudafrica del 1994, che premiò Mandela. E in Nigeria e Kenya, recenti rivelazioni fanno salire la tensione politica
Marco Cochi • Lunedì, 26 Marzo 2018 08:15
 

Boko Haram colpisce ancora in una scuola femminile

Il presidente della Nigeria da tempo li ha dati per vinti, ma i jihadisti di Boko Haram rapiscono di nuovo delle studentesse. Se non verranno uccise come kamikaze sono destinate alla schiavitù, come le ragazze prese quasi quattro anni fa e mai più tornate a casa
Marco Cochi • Giovedì, 22 Febbraio 2018 14:32