Alla vana ricerca di un passato “condivisibile”


Si dice che la storia la scrivono i vittoriosi. E quando non vince nessuno?

Si dice che la storia la scrivono i vittoriosi. E quando non vince nessuno?

 

L’ultima a riaprire la questione è stata la presidentessa coreana Park Geun-hye, invitando Giappone, Cina e Corea del Sud a studiare la storia del Novecento da libri redatti in comune. Un proposito non nuovo, ma mai realizzato sul serio.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img