spot_img

Antisemitismo, l’odio che inizia dagli ebrei, non finisce mai con gli ebrei


“Mio zio David, malgrado la sua appartenenza ebraica, in giovane età era stato nominato docente di letteratura all’università locale. Era un europeo consapevole, in un’epoca in cui nessuno in Europa si sentiva europeo, a parte i membri della mia famiglia o altri ebrei come loro. Tutti gli altri erano panslavi, pangermanici o semplicemente patrioti lituani, bulgari, irlandesi, slovacchi.

“Mio zio David, malgrado la sua appartenenza ebraica, in giovane età era stato nominato docente di letteratura all’università locale. Era un europeo consapevole, in un’epoca in cui nessuno in Europa si sentiva europeo, a parte i membri della mia famiglia o altri ebrei come loro. Tutti gli altri erano panslavi, pangermanici o semplicemente patrioti lituani, bulgari, irlandesi, slovacchi.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania