spot_img

Arabia Saudita e Iran: tanto nemici perché troppo simili


L’esecuzione dell’imam sciita Al Nimri in Arabia Saudita. L’assalto all’ambasciata saudita a Teheran e al suo consolato di Mashad, in Iran. La rottura delle relazioni diplomatiche con l’Iran da parte dei sauditi, che hanno poi spinto Emirati Arabi Uniti, Sudan, Somalia, Bahrain, Gibuti, Qatar e Isole Comore a fare altrettanto. Il blocco ai pellegrinaggi alla Mecca da parte dell’Iran e, ora, l’annuncio da parte del Governo iraniano di una serie di attentati “wahabiti” (il wahabismo è religione di Stato in Arabia Saudita) che sarebbero stati sventati all’ultimo minuto. Per non parlare, ovviamente, delle guerre per procura che i due Paesi si fanno in Iraq, in Siria e nello Yemen.

L’esecuzione dell’imam sciita Al Nimri in Arabia Saudita. L’assalto all’ambasciata saudita a Teheran e al suo consolato di Mashad, in Iran. La rottura delle relazioni diplomatiche con l’Iran da parte dei sauditi, che hanno poi spinto Emirati Arabi Uniti, Sudan, Somalia, Bahrain, Gibuti, Qatar e Isole Comore a fare altrettanto. Il blocco ai pellegrinaggi alla Mecca da parte dell’Iran e, ora, l’annuncio da parte del Governo iraniano di una serie di attentati “wahabiti” (il wahabismo è religione di Stato in Arabia Saudita) che sarebbero stati sventati all’ultimo minuto. Per non parlare, ovviamente, delle guerre per procura che i due Paesi si fanno in Iraq, in Siria e nello Yemen.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo