spot_img

Il riposizionamento strategico dell’Arabia Saudita


Gli Accordi di Abramo hanno cambiato i rapporti di forza nel Golfo a sfavore dei Sauditi, e così anche l’elezione di Biden. Ora i Saud devono trattare con il nemico storico, l’Iran

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Gli Accordi di Abramo hanno cambiato i rapporti di forza nel Golfo a sfavore dei Sauditi, e così anche l’elezione di Biden. Ora i Saud devono trattare con il nemico storico, l’Iran

L’emiro del Qatar, lo sceicco Tamim bin Hamad al-Thani, firma un documento durante il 41° vertice del Consiglio di cooperazione del Golfo ad Al-Ula, Arabia Saudita, 5 gennaio 2021. Bandar Algaloud/Per gentile concessione della Corte reale saudita/REUTERS

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img