EN

eastwest challenge banner leaderboard

RETROSCENA

La pagella di New York

Indietro

Trump colpisce il Made in India e il turismo a Cuba ma resta fedele ai Sauditi. Mentre Cina e Russia si alleano sul G5.

Al bando le crociere a Cuba

L’amministrazione Trump ha annunciato nuove misure per limitare la presenza di cittadini americani a Cuba. Il dipartimento del Tesoro ha messo al bando le visite di gruppo educative e ricreative verso l’isola caraibica, estendendo il divieto anche alle crociere. Il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha sottolineato che le misure restrittive vogliono colpire il “ruolo destabilizzante che Cuba continua a svolgere nell’emisfero occidentale fornendo un punto di appoggio comunista nella regione e sostenendo gli avversari statunitensi in luoghi come il Venezuela e il Nicaragua”.  Il dipartimento del Tesoro ha reso noto che negherà i permessi anche per aerei e navi private e aziendali. I viaggi in crociera dagli Stati Uniti a Cuba sono ripresi a maggio 2016 durante l’amministrazione Obama. Il Ministro degli Esteri cubano Bruno Rodríguez Parrilla, ha definito le nuove restrizioni “un attacco al diritto internazionale”.

Voto: 3 a Trump. In politica estera è un disastro. E purtroppo rischiamo tutti, perdendo un importante fattore di stabilizzazione come la superpotenza americana 

Accordo tra Huawei e l’operatore russo Mts

Il colosso tecnologico cinese Huawei ha firmato un accordo con il principale operatore mobile russo (MTS) per lo sviluppo del 5G. In base al comunicato rilasciato dall’azienda cinese, il lancio in Russia del G5 e delle reti di connessione di quinta generazione potrebbe iniziare già tra il 2019 e il 2020. Huawei, sotto attacco dopo l’accusa americana di essere una minaccia per la sicurezza nazionale, ha trovato in Vladimir Putin un alleato. Il Presidente russo nel suo discorso di apertura al Forum economico di San Pietroburgo (la Davos d’Oriente), ha parlato del caso: “Ricordiamoci che l’azienda cinese non è stata soltanto messa da parte. Ci sono tentativi in atto di spingere Huawei al di fuori dei mercati globali. Qualcuno chiama quanto sta accadendo la prima guerra tecnologica dell’era digitale.” Oggi la Cina ha scavalcato la Germania come il più grande partner economico della Russia, quello con Huawei è solo uno dei trenta accordi commerciali firmati dalla delegazione cinese in Russia.

Voto: 7 a Putin. Al suo posto, farei lo stesso. Trump sta ottenendo risultati opposti alle sue intenzioni, riavvicinando nemici storici in funzione anti-Usa 

Taglio dei fondi per i minori non accompagnati

L’amministrazione americana ha cancellato le lezioni d’inglese, i programmi ricreativi e l’assistenza legale ai minori non accompagnati che si trovano nei centri di accoglienza federali. Il dipartimento della Salute e dei servizi umani (Hhs) ha dichiarato di dover ridimensionare o interrompere alcune attività che sono considerate “non direttamente necessarie per la protezione della vita e della sicurezza.” Funzionari federali hanno precisato che l’amministrazione sta esaurendo i fondi necessari per far fronte al massiccio afflusso di minori non accompagnati al confine meridionale.

Voto: 4 all’Amministrazione Usa, che spegne non solo le speranze di tanti, ma anche la serenità 

Trump esclude l’india dal programma di commercio agevolato 

L’India non fa più parte dei Paesi considerati in via di sviluppo dagli Stati Uniti. Il Paese asiatico è stato rimosso dal Generalized System of Preferences (Gsp), il programma speciale creato nel 1976 per consentire ad alcuni Stati di alleviare la povertà attraverso il commercio e che ha garantito all’India l’esenzione dalle tariffe americane su miliardi di dollari di prodotti made in India. Una delle maggiori priorità del Presidente Trump dall’inizio del proprio mandato è stata la riduzione dei deficit commerciali degli Usa con i Paesi di tutto mondo e l’India, secondo i dati del Governo statunitense, ha esportato beni per un valore di circa $ 54 miliardi negli Stati Uniti nel 2018 e ha acquistato $ 33 miliardi di beni americani. Un altro giro di vite imposto dall’amministrazione Trump è quello sui visti di lavoro H-1B utilizzati dall’industria tecnologica statunitense, la maggior parte dei quali va ai lavoratori indiani. Le restrizioni hanno colpito l’industria di outsourcing tecnologica indiana, danneggiando aziende come TCSInfosys e Wipro.

Voto: 5 a Donald: non ne fa una buona

La Cina aiuta i sauditi

Secondo i servizi segreti statunitensi, l’Arabia Saudita avrebbe recentemente ampliato il suo programma di missili balistici con l’aiuto della Cina. Lo riferisce l’emittente televisiva CNN, che cita diverse fonti a sostegno. Riad, con l’aiuto cinese, avrebbe incrementato sia le sue infrastrutture missilistiche sia quelle tecnologiche. La Casa Bianca, in possesso di queste informazioni, non le avrebbe condivise con il Congresso, facendo infuriare soprattutto i democratici. Le informazioni dell’intelligence sembrerebbero mettere in dubbio l’effettivo impegno nella lotta alla proliferazione balistica in Medio Oriente professato dall’amministrazione americana. Non è la prima volta che la Casa Bianca e il Congresso sono in disaccordo sull’argomento: all’inizio del 2019, sia la Camera dei Rappresentanti sia il Senato avevano votato a favore della fine del supporto militare americano nella campagna in Yemen, ma il Presidente ha posto il veto sulla risoluzione.

Voto: 5 e 1/2 di fiducia a Washington: la speranza è dunque nei servizi segreti, per vedere finalmente intaccare la storica e nefasta amicizia Usa-Arabia Saudita

@ilarias

Questo articolo è pubblicato anche sul numero di luglio/agosto di eastwest.

Puoi acquistare la rivista in edicola o abbonarti.

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA