Bhagat Singh sullo slogan “Lunga vita alla Rivoluzione”


Shri Ramanand Chatterji, editore del Modern Review, ridicolizzò lo slogan 'Lunga vita alla Rivoluzione' in un editoriale, dandone un'interpretazione completamente mistificata. Bhagat Singh scrisse una replica e la consegnò al magistrato durante il suo processo, chiedendo che venisse inviata al Modern Review. Fu pubblicata su The Tribune il 24 dicembre del 1929.

Shri Ramanand Chatterji, editore del Modern Review, ridicolizzò lo slogan ‘Lunga vita alla Rivoluzione’ in un editoriale, dandone un’interpretazione completamente mistificata. Bhagat Singh scrisse una replica e la consegnò al magistrato durante il suo processo, chiedendo che venisse inviata al Modern Review. Fu pubblicata su The Tribune il 24 dicembre del 1929.

All’editore di Modern Review,

Nell’edizione del mese di dicembre (1929) della vostra stimata pubblicazione avete scritto una nota sotto il titolo “Lunga vita alla Rivoluzione” puntualizzando circa l’insensatezza della stessa frase. Risulterebbe impertinente, da parte nostra, provare a respingere o confutare una tale presa di posizione di un giornalista così rinomato, anziano e della vostra esperienza e nobiltà, per il quale ogni indiano illuminato nutre una profonda ammirazione. Eppure sentiamo il dovere di spiegare cosa desideriamo comunicare con quella frase, quando alziamo pubblicamente questo “grido” in tutto il paese.

Non siamo noi i primi estensori di questo grido. Si ricorse allo stesso urlo nel movimento rivoluzionario russo. Upton Sinclair, noto scrittore socialista, nei suoi recenti romanzi Boston e Oil fece proprie queste grida attraverso alcuni personaggi rivoluzionari e anarchici. La frase non indica mai che la lotta sanguinaria debba continuare all’infinito o che nulla debba mai essere statico, neppure per pochi istanti. La ricorrenza di questo inneggiare vanta un significato che potrebbe non essere facilmente giustificabile dal punto di vista grammaticale o etimologico, ma ciò nonostante non possiamo separarlo dall’associazione di idee che ne è parte inscindibile.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img