spot_img

Birmania, nel 2015 le prime elezioni “democratiche”. Ma Aung San Suu Kyi non può candidarsi alla presidenza


Nel novembre del 2015 in Birmania si svolgeranno le elezioni parlamentari. Il voto rinnoverà per intero le Camere, chiamate poi ad eleggere il nuovo capo di Stato al posto dell’attuale presidente Thein Sein - ex generale ai tempi della sanguinosa giunta militare birmana -.

Nel novembre del 2015 in Birmania si svolgeranno le elezioni parlamentari. Il voto rinnoverà per intero le Camere, chiamate poi ad eleggere il nuovo capo di Stato al posto dell’attuale presidente Thein Sein – ex generale ai tempi della sanguinosa giunta militare birmana -.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Nato guarda a est ma abbandona il Mediterraneo

Prove di disgelo tra Corea del Sud e Giappone

I media e la loro influenza sulla nostra percezione del mondo