spot_img

Blinken sulla Cina: non un confronto, ma una competizione


Nell'atteso discorso alla George Washington University, il segretario di Stato americano precisa che gli Stati Uniti non vogliono una nuova "Guerra fredda” con la Cina, ma pretendono che venga rispettato il diritto internazionale

Marco Dell'Aguzzo Marco Dell'Aguzzo
Giornalista, scrive per eastwest, Il Sole 24 Ore, il manifesto, Vanity Fair, Aspenia e Start Magazine. Si occupa di energia e di affari nordamericani.

Nell’atteso discorso alla George Washington University, il segretario di Stato americano precisa che gli Stati Uniti non vogliono una nuova “Guerra fredda” con la Cina, ma pretendono che venga rispettato il diritto internazionale

Giovedì il segretario di Stato americano Antony Blinken ha tenuto un atteso discorso alla George Washington University sull’approccio dell’amministrazione di Joe Biden nei confronti della Cina, la principale rivale economica e politica degli Stati Uniti.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Nato guarda a est ma abbandona il Mediterraneo

Prove di disgelo tra Corea del Sud e Giappone

I media e la loro influenza sulla nostra percezione del mondo