spot_img

Africa

La crisi nel Tigrè si aggrava

Dopo oltre undici mesi di violenze sono morte migliaia di persone, almeno due milioni sono fuggite e più di cinque milioni hanno urgente bisogno di aiuti alimentari. L'Onu avverte di una imminente carestia "senza precedenti"

Tunisi, una donna al potere

La prima volta di una donna premier non risolve il deficit democratico nel quale è precipitato il Paese con il Presidente Saied

Libia, le elezioni del 24 dicembre sono ancora in alto mare

Italia, Stati Uniti, Francia e Germania chiedono il rispetto della data, ma non è stato ancora votato un framework legislativo per la consultazione di fine anno

Guinea, quali gli scenari prevedibili dopo il colpo di Stato?

In seguito al golpe dello scorso 5 settembre, il colonnello Camara ha annunciato la struttura della nuova squadra che guiderà la transizione politica nella Repubblica di Guinea. Tuttavia, è ancora vaga la composizione...

Sahel, chi era il leader jihadista ucciso dalle forze francesi

Adnan Abu Walid al-Sahrawi era il terrorista più ricercato della regione, responsabile di efferati attacchi nella cosiddetta zona dei tre confini tra Mali, Niger e Burkina Faso

Sud Sudan, repressione e censura

Amnesty International ha denunciato una nuova ondata di repressione nel Paese che ha costretto molti attivisti e giornalisti anti-governativi a nascondersi

Ciad, il golpe sospende la Costituzione

L'ex colonia francese è un punto chiave per la sicurezza del Sahel e il principale alleato delle forze occidentali nel contrasto all'insorgenza jihadista

In Africa aumentano le diserzioni di militanti islamisti

Nel bacino del lago Ciad l'attività violenta di Boko Haram sta subendo un forte calo. E non solo: dalla Nigeria giungono notizie riguardo la defezione di almeno 2.122 miliziani

La speranza tunisina

L’Europa non puó “mollare” l’unica storia di successo proveniente dalle primavere arabe

Camerun: guerra civile in nome dello Stato indipendente di Ambazonia

Le violenze perpetrate dai separatisti anglofoni, e dalle forze di sicurezza governative che li combattono, hanno prodotto una grave crisi umanitaria: più di 700mila sfollati interni e quasi 70mila rifugiati in Nigeria.

ULTIME NOTIZIE