spot_img

myanmar

Myanmar: guerriglia social, l’altro fronte della guerra

In seguito al colpo di stato, il Myanmar è diventato un perfetto racconto dell’uso e dell’abuso dei social media come arma di informazione di massa negli scenari di guerra.

La guerra civile in Myanmar e il confine cinese

Lo scorso 4 novembre un cittadino cinese è stato ucciso e altri feriti da colpi dell’artiglieria birmana finiti oltre il confine tra i due Stati: Naiban, la città cinese di confine, è stata evacuata. La guerra civile birmana, che dura da quasi tre anni, appare attualmente fuori controllo.

Myanmar e la vulnerabilità marittima cinese

Per risolvere il dilemma cinese dello stretto di Malacca, il Myanmar ha un ruolo cruciale, per questo la Cina mantiene rapporti stabili con la giunta militare Birmana. La possibile nuova base sull’Isola Great Coco potrebbe essere un vantaggio per Pechino e un problema per l’India

Myanmar: a due anni dal golpe, la giunta militare proroga lo stato di emergenza ed estende la legge marziale

Il Consiglio Nazionale di Difesa e Sicurezza ha inoltre deciso di estendere il mandato della giunta guidata da Min Aung Hlaing

Myanmar: storica risoluzione del Consiglio di Sicurezza Onu

Myanmar, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha adottato ieri una storica risoluzione esprimendo “profonda preoccupazione” per l’attuale stato di emergenza imposto dai militari

Il Myanmar non si rassegna alla dittatura militare

La guerra in Ucraina e la crisi economica hanno fatto velocemente passare in secondo piano le sorti del Paese. Ma il Governo di Unità Nazionale continua a combattere contro la giunta militare e può contare sull’appoggio della popolazione e delle minoranze etniche

Myanmar, un anno dopo. Intervista a Nicholas Farrelly

A un anno dal colpo di Stato, il Myanmar è sull’orlo di una guerra civile. Fabio Polese ha intervistato per eastwest Nicholas Farrelly, ex direttore del Centro di ricerca sul Myanmar all’Università nazionale australiana

Myanmar, come il colpo di Stato ha favorito il narcotraffico

L’aumento dell’instabilità in Myanmar, dopo il colpo di Stato militare di un anno, fa ha visto un’impennata nella produzione di narcotici. Le droghe illecite che si producono dominano il mercato dell’Asia-Pacifico

Quattro anni per Aung San Suu Kyi

Ieri altri 5 morti a Yangon, in una guerra civile eterna, tra una società civile che non si rassegna a rinunciare al risultato elettorale e una giunta militare violenta e senza scrupoli

Myanmar, il dramma continua a riflettori spenti

Il mondo sembra aver dimenticato ma, otto mesi dopo il golpe militare, la situazione birmana resta ancora gravissima sotto tutti i punti di vista

ULTIME NOTIZIE

L’Europa diversa: politica e sport

Perchè l’Europa sottovaluta i Paesi del Golfo

Chi è Keir Starmer e perchè ha vinto le elezioni

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo