East 18

Brain drain: come invertire la tendenza

Secondo la World Bank, il drenaggio dei cervelli dalle aree del mondo povere a quelle ricche ha riguardato nell’ultimo decennio circa 100.000 studenti, 37.000 soltanto in Europa.

Chi ha paura dei Fondi Sovrani?

Morgan Stanley calcola che i Fondi Sovrani dei Paesi emergenti abbiano in mano un tesoro di 2.500 miliardi di dollari da spendere, che rappresentano circa la metà delle riserve ufficiali di tutto il mondo.

Cose dell’Altro Mondo

Indian Airlines no-fat : che le compagnie aeree impongano a hostess e steward dei requisiti d’accesso molto rigidi è
ampiamente risaputo.

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi

Nel 2007 si prevede che la ricchezza finanziaria delle famiglie in Europa centro-orientale raggiungerà i 718 miliardi di euro, sostenuta da una forte crescita economica e da migliorate condizioni del mercato del lavoro.

Editoriale

Le turbolenze che hanno scosso il sistema bancario e finanziario internazionale dall’agosto del 2007 hanno riproposto con forza questioni su cui la storia e la teoria economica si confrontano da secoli: le crisi finanziarie sono inevitabili? Sono imprevedibili? Sono ingestibili?

Il pianeta ha bisogno di global governance

Come si possono governare i trend globali dell’ambiente, del commercio e della finanza in una fase storica in cui i meccanismi della democrazia politica continuano a funzionare soprattutto in ambito nazionale?

La frontiera dei diritti

Il 2007 si è chiuso in Afghanistan con un evento epocale per il Paese: le donne afghane sono scese in campo pubblicamente per chiedere la pace, la fine della guerra e della violenza che da 30 anni insanguina il loro Stato.

Marangoni: ve le rifaccio io le gomme

È diventato imprenditore recuperando mozziconi per farne sigarette e tabacco da fiuto. Poi Mario Marangoni è entrato nella produzione di gomme ricoperte ed è diventato leader indiscusso in Italia.

Numeri in libertà

BABY DI FATTO 50,5%è la percentuale dei figli nati da coppie non sposate in Francia. Dato in crescita rispetto al 2006, in cui era pari al 48% secondo l'Istituto di statistica nazionale Insee.

Riconoscere l’altro per una identità comune

Le questioni identitarie rivelano sempre una tensione che non è soltanto scientifica, ma che ha anche implicazioni politiche. Le identità, infatti, si possono costruire guardando sia al passato sia al futuro.

ULTIME NOTIZIE