spot_img

East 40

Editoriale

La libertà è dolce”. Mahmud, giornalista cinquantenne,mostra una bocca sdentata e un sorriso da bambino. Un anno fa l’avevo incontrato dietro le bandiere della Cgt , il sindacato tunisino, mentre sfilava per avenue Bourguiba a Tunisi. Ci siamo riparati dietro un muretto di un condominio dai colpi della polizia e dei reparti speciali allora ancora fedeli a Ben Ali.

Sommario

Sommario.

Sponda Ovest

L'Unione Europea, ieri, oggi e domani.

Numeri in libertà

A TUTTA PALA - L’Europa accende l’energia eolica. Il Paee modello, cioè con la più alta percentuale di crecita nello sfruttamento della forza cinetica del vento, è l’Estonia, che ha registrato un +32%.

La Primavera della finanza

La stagnazione economica è l’esito delle rivolte del 2011. Crescita zero per Tunisia ed Egitto, -45% per la Libia. La crisi potrebbe lasciare spazio alla cosiddetta finanza islamica, un mondo finanziario parallelo a quello occidentale, finora sconosciuto in questi Paesi.

I libri del dossier

Complice la globalizzazione e lo slittamento del potere geoeconomico dai Paesi industrializzati alle potenze emergenti,l’ultimo decennio ha visto una trasformazione negli Stati del Consiglio di cooperazione del Golfo, un’organizzazione regionaleche comprende Bahrein, Kuwait, Oman, Arabia Saudita, Qatar ed Emirati Arabi.

Portfolio fotografico. Le Primavere arabe

Tunisia, 2 gennaio 2011: muore Mohamed Bouazizi, il giovane disoccupato tunisino che, dopo essersi dato fuoco a Sidi Bouzid, è diventato simbolo delle sommosse popolari iniziate a febbraio. Queste rivolte, nate dalla fame, hanno travolto in un’ondata di contestazioni il mondo arabo.

L’intervista. Lo sguardo di Nachtwey

Da lavapiatti a fotografo di guerra: Nachtwey racconta come ha iniziato e cosa lo spinge a continuare a girare il mondo per raccontare la guerra con gli occhi delle vittime e le malattie dalla parte dei malati. Da trent’anni i suoi scatti emozionano e raccontano le vicende di chi la storia la subisce.

Cose dell’Altro Mondo

MANTRA ALFEMMINILE - Nei corsi occidentali di meditazione tutti possono intonare i mantra, magari solo per rilassarsi e spesso senza conoscerne il significato.

Sponda Est

Venti di crisi a Est.

ULTIME NOTIZIE