spot_img

Centrafrica: accusato l’ex Presidente di colpo di Stato


In Centrafrica il Governo ha accusato Bozizé di tentato colpo di Stato: l'ex Presidente avrebbe intenzione di marciare con gruppi armati verso la capitale. L'Onu invia i caschi blu

Marco Dell'Aguzzo Marco Dell'Aguzzo
Giornalista, scrive per eastwest, Il Sole 24 Ore, il manifesto, Vanity Fair, Aspenia e Start Magazine. Si occupa di energia e di affari nordamericani.

In Centrafrica il Governo ha accusato Bozizé di tentato colpo di Stato: l’ex Presidente avrebbe intenzione di marciare con gruppi armati verso la capitale. L’Onu invia i caschi blu

Un combattente della coalizione ribelle Séléka fa la guardia di fronte a un campo militare sudafricano abbandonato a Bangui. REUTERS/Ange Aboa

Il Governo della Repubblica Centrafricana ha accusato ieri l’ex Presidente François Bozizé di tentato colpo di stato, a una settimana dalle elezioni legislative e presidenziali. Stando a quanto dichiarato dalle autorità, Bozizé si troverebbe nei pressi della città di Bossembélé e avrebbe intenzione di marciare con i suoi fedeli verso la capitale Bangui, circa 150 chilometri a sud-est.

La situazione nella Repubblica Centrafricana

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img