spot_img

È la Cina la prima “superpotenza dei dati” al mondo


Un'indagine del Nikkei rivela che la Cina è il Paese che possiede più dati Internet cross-border al mondo, superando anche gli Stati Uniti. Merito della Nuova via della seta

Un’indagine del Nikkei rivela che la Cina è il Paese che possiede più dati Internet cross-border al mondo, superando anche gli Stati Uniti. Merito della Nuova via della seta

Una protesta contro una nuova tassa sui trasferimenti di dati su Internet a Budapest, Ungheria. REUTERS/Laszlo Balogh

Un’indagine del giornale Nikkei Asia ha rivelato che la Cina (Hong Kong inclusa) è diventata la prima “superpotenza dei dati” al mondo, superando gli Stati Uniti d’America. Pechino raccoglie il 23% del traffico dei dati Internet cross-border, cioè che entrano ed escono dalla frontiera, con flussi di 111 milioni di megabit per secondo (Mbps). La fetta di Washington è grande quasi la metà, il 12% del totale globale, o 60 milioni di Mbps. Segue, al terzo posto, il Regno Unito con 51,2 milioni di Mbps.

Quanto è cambiato il mondo in vent’anni

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img