La partnerhsip tra Cina e Russia si amplia e si rafforza


Russia e Cina hanno ampliato la collaborazione su cyberspazio, Artico e infrastrutture. Nel documento sottoscritto, inoltre, Pechino si impegna a riconoscere il dominio di Mosca sulla Rotta del mare del nord

Marco Dell'Aguzzo Marco Dell'Aguzzo
Giornalista, scrive per eastwest, Il Sole 24 Ore, il manifesto, Vanity Fair, Aspenia e Start Magazine. Si occupa di energia e di affari nordamericani.

Russia e Cina hanno ampliato la collaborazione su cyberspazio, Artico e infrastrutture. Nel documento sottoscritto, inoltre, Pechino si impegna a riconoscere il dominio di Mosca sulla Rotta del mare del nord

La Russia ha aderito all’iniziativa sulla sicurezza dei dati della Cina, la Global Initiative on Data Security: era stata lanciata lo scorso settembre in risposta al Clean Network, ovvero il programma americano per la protezione dei dati e delle reti 5G che punta a contrastare la penetrazione tecnologica e normativa cinese nei Paesi alleati degli Stati Uniti.

Internet e sovranismo cyber

A marzo la Cina aveva stretto un accordo di cooperazione sui dati con la Lega degli Stati arabi, di cui fanno parte anche l’Arabia Saudita e l’Egitto. L’appoggio della Russia rappresenta “l’ultimo significativo passo in avanti” dell’iniziativa, scrive il South China Morning Post. Secondo il professore russo Artyom Lukin, sentito dal giornale cinese, tra Pechino e Mosca esiste un certo grado di affinità sul tema della governance di Internet e dei dati (si riferisce ai sistemi di monitoraggio delle attività online e alla censura dei siti). A suo dire, “questo allineamento ha raggiunto una nuova fase” con il comunicato congiunto pubblicato di recente.

Nel documento si legge che Cina e Russia “la pensano allo stesso modo” su Internet: pensano, cioè, che ciascun Governo dovrebbe rispettare il modo in cui gli altri gestiscono le proprie fette del web. Il Presidente cinese Xi Jinping chiama questo concetto “sovranità cibernetica”, che consiste nell’estensione del concetto di sovranità territoriale anche al dominio digitale.

Il 28 giugno, peraltro, Xi e il suo omologo russo Vladimir Putin hanno annunciato l’estensione del Trattato di amicizia bilaterale, firmato nel 2001: è una conferma dell’avanzamento della collaborazione tattica tra i due Paesi – entrambi in rapporti sempre più complicati con l’Occidente – che prosegue ormai da diversi anni.

L’Artico tra Russia e Cina

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

In Europa è ancora Natale

Marocco e Israele, ecco l’accordo sulla difesa

Nucleare: a Vienna riaprono i colloqui con l’Iran