spot_img

Cina vs Usa e la sindrome da accerchiamento


Riecco l'Unità 61398, ovvero lo squadrone di cybersoldier che da Shaghai guiderebbe tutte le offensive informatiche cinesi contro gli Stati uniti. Da Washington per la prima volta è arrivata la denuncia ufficiale contro cinque suoi membri e Pechino non si può dire l'abbia presa bene. Tutto questo avviene, all'interno di uno scontro tra le due potenze, giocato su più fronti.

Riecco l’Unità 61398, ovvero lo squadrone di cybersoldier che da Shaghai guiderebbe tutte le offensive informatiche cinesi contro gli Stati uniti. Da Washington per la prima volta è arrivata la denuncia ufficiale contro cinque suoi membri e Pechino non si può dire l’abbia presa bene. Tutto questo avviene, all’interno di uno scontro tra le due potenze, giocato su più fronti.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania