spot_img

Nucleare, Iran poco disponibile a trattare


Per il capo del Comando centrale degli Stati Uniti, gli americani hanno a disposizione diverse opzioni militari per aumentare la pressione sull’Iran e disincentivarlo dall’ottenere l’arma atomica

Marco Dell'Aguzzo Marco Dell'Aguzzo
Giornalista, scrive per eastwest, Il Sole 24 Ore, il manifesto, Vanity Fair, Aspenia e Start Magazine. Si occupa di energia e di affari nordamericani.

Per il capo del Comando centrale degli Stati Uniti, gli americani hanno a disposizione diverse opzioni militari per aumentare la pressione sull’Iran e disincentivarlo dall’ottenere l’arma atomica

Il generale Frank McKenzie, a capo del Comando centrale degli Stati Uniti (quello che ha competenza sul Medio Oriente e l’Asia centrale), ha detto al Financial Times che gli americani hanno a disposizione una vasta “gamma di opzioni militari” per disincentivare l’Iran dall’ottenere l’arma atomica. E precisa che, anche se la via diplomatica è quella prioritaria e preferibile per la risoluzione delle dispute, Teheran sottovaluta Washington se pensa di poter continuare a condurre attacchi in Iraq e in Siria con missili e droni.

Il contesto, in breve

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Notizie dall’Asia: Hong Kong, Cina, Giappone, Taiwan

Il sorprendente eroismo della Lituania

Kabul sbarca in Europa