spot_img

Etiopia: una guerra (in)visibile


Il conflitto nel Tigray non è una semplice operazione di polizia in una regione ribelle, ma una vera e propria guerra dalle conseguenze devastanti per tutto il continente

Marco Cochi Marco Cochi
Da due decadi giornalista, blogger e ricercatore con focus sull'Africa sub-sahariana.

Il conflitto nel Tigray non è una semplice operazione di polizia in una regione ribelle, ma una vera e propria guerra dalle conseguenze devastanti per tutto il continente

Etiopi fuggiti dai combattimenti in corso nella regione del Tigray, nello Stato di Kassala orientale, Sudan, 15 dicembre 2020. REUTERS/Mohamed Nureldin Abdallah

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Fake news sull’Unione europea

Una mappatura dell’ascesa cinese nei Balcani occidentali