EN

eastwest challenge banner leaderboard

ITALIA CHIAMA EUROPA

L’insicurezza del Conte bis sui decreti sicurezza

Indietro

Oltre a infrangere regole del diritto umanitario hanno creato più caos che ordine. Il Ministro Lamorgese vorrebbe disinnescarli, ma la componente 5 Stelle frena

Il Governo Conte bis ha una palla al piede di nome decreto sicurezza. Nonostante un vertice di oltre tre ore a Palazzo Chigi, la maggioranza non ha trovato un’intesa sulla modifica delle famigerate misure anti-immigrati volute dall’ex Ministro che ne aveva fatto una bandiera. Il problema è che se il “drapeau” era della Lega, l’asta cui si reggeva e continua a reggersi è dei 5 Stelle, movimento per buona parte – specialmente nella sua “pancia” –  non meno contagiato da inclinazioni xenofobe quanto il Carroccio. Lo si vede da quello che sta accadendo in queste ore.

Il Ministro degli Interni Lamorgese vorrebbe disinnescare quei decreti, che hanno certamente creato più caos e insicurezza tra gli immigrati che ordine, cancellando i sistemi Sprar, i percorsi virtuosi di istruzione e formazione per rifugiati, oltre a infliggere multe mostruose per chi soccorre qualunque tipo di natante nel Mediterraneo, contro tutte le leggi internazionali del mare. Disinnescarli, abbiamo detto, senza cancellarli del tutto. Ma Di Maio e i suoi si oppongono.

“Siamo ancora nella fase istruttoria”, affermano fonti del Governo. E il premier? Conte, che quei decreti li aveva subiti, come ha poi dichiarato in seguito, ora tenta di mediare con la sua parte politica di riferimento.

Da una parte si sono schierati Leu e Italia Viva di Renzi, che vorrebbero una modifica sostanziale dei provvedimenti. Dall’altra i 5 Stelle, molto più prudenti – anche se emerge una diversa sensibilità degli esponenti vicini al Presidente della Camera Roberto Fico c’è un’anima umana anche nel movimento di Grillo). E così il Governo continua a navigare a vista. Sperando che non si imbatta in un altro barcone di immigrati.

@f_anfossi

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA