Speciale coronavirus dai Balcani


Coronavirus: nei Balcani mancano tamponi e personale sanitario. La maggior parte dei Balcani occidentali ha dichiarato lo stato d'emergenza. Il commento dell'analista Simone Benazzo

Coronavirus: nei Balcani mancano tamponi e personale sanitario. La maggior parte dei Balcani occidentali ha dichiarato lo stato d’emergenza. Il commento dell’analista Simone Benazzo

 

Quasi tutti gli Stati dei Balcani occidentali – Serbia, Montenegro, Macedonia del Nord, Kosovo, Albania, Bosnia-Erzegovina – hanno deciso di dichiarare lo stato di emergenza, chiudendo i confini: va ricordato però che questi Paesi non sono dentro l‘area Schengen quindi i trasferimenti sono già comunque limitati.

La reazione alla crisi per il coronavirus è disorganizzata e disorganica. In questo momento c’è un conflitto tra diversi poteri che si protrae da mesi e che ha raggiunto l’apice in questa situazione specifica: in Kosovo, tra il Governo creato dal premier Albin Kurti, che voleva dichiarare lo stato d’emergenza, e il Presidente Hashim Thaçi, che continua a ritenerla una misura eccessiva che sfocerebbe soltanto nel panico.

Al momento c’è uno stallo, è difficile avere informazioni certe. I casi sono pochissimi, ma ci si chiede se corrispondano effittivamente al numero reale o se siano stati effettuati pochi tamponi. Il fatto che la Slovenia, che ha un sistema sanitario più avanzato rispetto agli altri, presenti un maggior numero di casi lascia presupporre che purtroppo il numero dei contagi è maggiore e che sono stati fatti pochi tamponi.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia