EN

eastwest challenge banner leaderboard

ITALIA CHIAMA EUROPA

Coronavirus, da Confindustria un piano “straordinario” per l’economia

Indietro    Avanti

Confindustria presenta un documento “straordinario” per l’economia per reagire fin da subito all’emergenza coronavirus. Pensando già alla ripartenza

Coronavirus, Confindustria: il piano per l'economia

Operatori medici in tute protettive controllano un documento mentre trattano pazienti affetti da coronavirus in un’unità di terapia intensiva presso l’ospedale Casalpalocco, un ospedale di Roma che si è dedicato al trattamento dei casi, Italia, 24 marzo , 2020. REUTERS/Guglielmo Mangiapane

Una crisi straordinaria come quella del Covid-19 richiede azioni straordinarie. È la linea della Banca centrale europea, che nei giorni scorsi ha annunciato un programma da 750 miliardi per l’acquisto di titoli dei Paesi dell’eurozona. Ma è anche la linea di Confindustria.

L’organizzazione guidata da Vincenzo Boccia ha presentato un documento denso di proposte “per una reazione immediata” all’emergenza coronavirus. Un’emergenza sanitaria ed economica allo stesso tempo, visto che la pandemia – attraverso il blocco delle attività produttive e il crollo della domanda – minaccia la tenuta del sistema industriale italiano ed europeo.

È dunque necessario, secondo Confindustria, adottare interventi “di carattere straordinario” sia a livello nazionale, sia in sede europea: l’Italia, da sola, non può farcela.

Bruxelles ha fatto la sua mossa, mettendo a disposizione un totale di 1000 miliardi di euro per garantire liquidità agli Stati membri. Confindustria rilancia, e chiede di affiancare a questi strumenti anche l’emissione di titoli di debito europeo (i cosiddetti eurobond): serviranno – si legge al punto 1 del piano – a finanziare il potenziamento dei sistemi sanitari ma anche a sorreggere le imprese, a tutelare l’occupazione e ad aiutare le famiglie. E, in ultima istanza, a sostenere la ripresa economica una volta che l’emergenza sarà terminata.

Superando lo scetticismo di parte della politica italiana, Confindustria chiede inoltre un utilizzo “efficace” del Mes, il Meccanismo Europeo di Stabilità, noto anche come fondo salva-Stati. Visto il quadro di crisi, Confindustria ritiene che si debba adottare una “visione strategica” e aggirare il rispetto di alcuni parametri, così da mettere a disposizione dei membri dell’Unione tutte le risorse necessarie a salvare il loro sistema produttivo e a innescare il processo di ripartenza. Anche perché, considerati gli stretti legami tra le economie europee, un Paese al collasso finirebbe col trascinare con sé anche gli altri.

Per quanto riguarda il nostro Paese, con il decreto legge “Cura Italia” il Governo Conte ha già preso alcune misure per aiutare le aziende e i lavoratori. A questa prima risposta, sostiene Confindustria, devono però fare seguito ulteriori iniziative: le imprese – dalle piccole alle grandi – hanno bisogno di sostegni alla liquidità per essere in grado di superare la fase di blocco dell’offerta e della domanda.

Fondamentale, infine, non concentrarsi sulla situazione attuale ma guardare oltre, al lungo periodo. Un punto cruciale, che nel piano di Confindustria viene ribadito più volte, è la necessità di mettere le imprese nella condizione di ripartire una volta che l’emergenza Covid-19 sarà passata. Tramite, ad esempio, dei finanziamenti agevolati a lungo termine. Con un occhio di riguardo alle imprese strategiche.

Anche in questo caso, l’approccio deve essere europeo: l’Italia deve spingere, cioè, per una sospensione temporanea delle regole comunitarie che ostacolano il pieno supporto alle aziende.

@marcodellaguzzo

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati


Hai già un abbonamento PREMIUM oppure DIGITAL+WEB? Accedi al tuo account




La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA