spot_img

Coronavirus, dove erano finite le Nazioni Unite?


Sul coronavirus il Segretario generale António Guterres presenta il report nel quale sono enunciate le misure proposte dall’Onu: un piano per il presente e il futuro della governance globale.

Sul coronavirus il Segretario generale António Guterres presenta il report nel quale sono enunciate le misure proposte dall’Onu: un piano per il presente e il futuro della governance globale.

Coronavirus, Nazioni Unite: dove erano finite?
Un medico indossa una maschera protettiva mentre cammina fuori dal Mount Sinai Hospital di Manhattan durante lo scoppio dell’epidemia di coronavirus a New York City, New York, Stati Uniti, 1 aprile 2020. REUTERS/Brendan Mcdermid

Supporto al contrasto dell’emergenza sanitaria, gestione dell’impatto economico e sociale con azioni mirate per uscire dalla crisi, creazione di terreno fertile per la ripresa: sono i tre pilastri su cui poggia il piano delle Nazioni Unite presentato dal Segretario Generale António Guterres. “Shared responsibility, global solidarity: Responding to the socio-economic impacts of Covid-19”, nome del report nel quale sono concretamente enunciate le misure proposte dall’Onu, punta alla condivisione tra gli Stati e perora la causa del multilateralismo.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img