EN

eastwest challenge banner leaderboard

RETROSCENA

Cosa succede nel mondo

Indietro    Avanti

Johnson recupera terreno con Biden. Gli Stati Uniti accusano tre hacker al servizio della Corea del Nord. L’ordine esecutivo sul muro al confine con il Messico bloccato da Biden

Il muro di confine a Sunland Park, New Mexico, Stati Uniti, 12 febbraio 2021. REUTERS/Jose Luis Gonzalez

Turchia  – Ankara e Washington discutono del programma sugli F-35 66

Il Presidente Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato che la Turchia vuole migliorare la cooperazione con gli Usa. “Crediamo che i nostri interessi comuni con gli Stati Uniti superino di gran lunga le nostre divergenze di opinione”, ha dichiarato il Presidente turco, aggiungendo che Ankara vuole rafforzare la cooperazione attraverso “una prospettiva a lungo termine”. A dicembre, gli Stati Uniti hanno sanzionato la Turchia per l’acquisto di sistemi di difesa russi S-400. Il Ministro degli Affari esteri turco Mevlut Cavusoglu e il nuovo Segretario di Stato americano Antony Blinken ne hanno discusso durante il primo contatto ufficiale da quando Biden è entrato in carica. La Turchia ha assunto uno studio legale con sede a Washington per fare pressioni per la sua riammissione nel programma di jet F-35, da cui è stata esclusa dopo essersi rivolta alla Russia. “La Turchia è un alleato di lunga data… ma la decisione di acquistare l’S-400 non è coerente con gli impegni della Turchia come alleato degli Stati Uniti e della Nato” ha commentato il nuovo portavoce del Pentagono John Kirby.

Voto: 8 a Cavusoglu e a Blinken, per la loro intelligenza sociale.

Messico – Biden sospende la costruzione del muro 

Il Presidente Joe Biden ha bloccato l’ordine d’emergenza firmato da Donald Trump per finanziare la costruzione del muro tra Stati Uniti e Messico. “Nessun altro dollaro dei contribuenti americani sarà messo nella costruzione del muro”, ha assicurato il Presidente. Donald Trump sognava di costruire una grande barriera fra i due Paesi, lunga 1600 chilometri per limitare l’immigrazione clandestina. In realtà finché il Presidente è stato in carica sono state eretti circa 130 chilometri di recinzioni. Il confine fra Stati Uniti e Messico è lungo circa 3100 chilometri e nei punti più sensibili esistevano già prima dell’arrivo di Trump alla casa Bianca una serie di strutture, che l’ex Presidente ha provveduto a rinforzare. Biden ha chiarito comunque che non demolirà ciò che è già stato costruito. “Pensiamo sia positivo che non costruiscano più muri”, ha detto il Presidente messicano Lopez Obrador, sottolineando come diversi ex Presidenti degli Stati Uniti abbiano costruito barriere durante il proprio mandato.

Voto: 8 a Biden: basta muri!

Corea del Nord – Gli Stati Uniti accusano tre hacker

Il dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha accusato tre programmatori al servizio del Governo della Corea del Nord, di essere responsabili di una serie attacchi informatici verso banche e aziende in diversi paesi, tra cui gli Stati Uniti. Secondo il dipartimento di Giustizia, i tre programmatori, Jon Chang-hyok, 31 anni, Kim Il, 27 anni, e Park Jin-hyok, 36 anni, sarebbero membri del servizio di intelligence nordcoreano che si occupa di pirateria informatica e avrebbero rubato dati e sottratto fondi per oltre 1,3 miliardi di dollari.

Voto: 4 agli hacker ladri nordcoreani.

Il Primo Ministro britannico Boris Johnson tiene una conferenza stampa sulla pandemia a Londra, Gran Bretagna, 22 febbraio 2021. Leon Neal/Pool via REUTERS

Regno Unito – Johnson  vuole una nuova “special relationship”

Boris Johnson, dopo essere stato definito da Joe Biden un clone di Trump, sta cercando di recuperare terreno con il nuovo inquilino della Casa Bianca. Il Primo Ministro britannico ha tenuto un discorso alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco in cui si è posizionato, in linea con il nuovo corso dell’amministrazione Usa, come strenuo sostenitore dell’alleanza atlantica (che il suo ex amico Trump ha sempre disprezzato). Londra ha deciso un aumento molto rilevante della propria spesa militare rendendo il Regno Unito il maggior sostenitore della Nato dopo gli Stati Uniti. Come ulteriore segnale verso Washington, Johnson ha voluto sottolineare le molte questioni in cui il Regno Unito ha osteggiato Pechino, citando fra le altre l’offerta della  cittadinanza britannica per tre milioni di abitanti di Hong Kong. Londra inoltre ha bandito Huawei dal 5G britannico, rovesciando una decisione precedente in senso opposto.

Voto: 3 al volatile BoJo. Inaffidabile anche per i suoi elettori.

Arabia Saudita – Biden ricalibra i rapporti con i sauditi

Avril Haines, direttrice dell’intelligence della nuova amministrazione Biden, ha dichiarato che il governo declassificherà il rapporto della Cia relativo all’assassinio del giornalista saudita Jamal Khashoggi barbaramente ucciso nella sede del consolato di Istanbul. Secondo quanto trapelato, la Cia avrebbe le prove del coinvolgimento diretto del Principe saudita Mohamed bin Salman nell’omicidio. La fidanzata di Khashoggi aveva più volte invocato la pubblicazione della nota dell’intelligence, e la stessa richiesta era stata formulata dal Congresso, ma Trump non ha mai voluto concedere l’autorizzazione. Joe Biden ha dichiarato di voler ricalibrare i rapporti con i sauditi, la sua amministrazione ha anche formalmente rimosso i ribelli sciiti Houthi dello Yemen, dalla lista delle organizzazioni terroristiche.

Voto: 10 e lode a Biden. Rivelare la verità sull’omicidio Khashoggi è un’operazione trasparenza che innalza il valore etico dei rapporti internazionali.

Questo articolo è pubblicato anche sul numero di marzo/aprile di eastwest.

Puoi acquistare la rivista in edicola o abbonarti.

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati


Hai già un abbonamento PREMIUM oppure DIGITAL+WEB? Accedi al tuo account




L'AUTORE

Ilaria Sbarigia

Documentarista appassionata di geopolitica e di storia.
GUALA
AUTEC