spot_img

Crescita ed integrazione restano al centro dell’agenda norvegese


L’appoggio esterno di Cristianodemocratici e Liberali al governo di minoranza formato dai Conservatori (“Høyre”) e dai populisti (“Fremskrittspartiet”) costa molto a questi ultimi, che hanno dovuto modificare la stesura iniziale del programma per assicurarsi l'appoggio parziale dei due partiti minori, su richiesta dei quali il bilancio originario è stato incrementato di due miliardi e duecento milioni di corone. Sono stati aumentati sostegni alle famiglie, fondi per i trasporti, deduzioni a favore delle coppie a basso reddito.

L’appoggio esterno di Cristianodemocratici e Liberali al governo di minoranza formato dai Conservatori (“Høyre”) e dai populisti (“Fremskrittspartiet”) costa molto a questi ultimi, che hanno dovuto modificare la stesura iniziale del programma per assicurarsi l’appoggio parziale dei due partiti minori, su richiesta dei quali il bilancio originario è stato incrementato di due miliardi e duecento milioni di corone. Sono stati aumentati sostegni alle famiglie, fondi per i trasporti, deduzioni a favore delle coppie a basso reddito.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania