Cuba in rivolta: migliaia in piazza contro il Governo


Il Presidente Díaz-Canel parla di “provocazioni di gruppi antirivoluzionari assoldati dagli Stati Uniti” per destabilizzare le istituzioni cubane

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Il Presidente Díaz-Canel parla di “provocazioni di gruppi antirivoluzionari assoldati dagli Stati Uniti” per destabilizzare le istituzioni cubane

Per la prima volta dagli anni ’90 durante il ribattezzato periodo speciale, a Cuba si registrano numerose proteste anti-governative in diverse città dell’isola, con i manifestanti che lamentano condizioni di vita degradanti sia per quanto riguarda l’approvvigionamento di cibo che sul fronte delle libertà d’espressione. La pandemia da una parte e le pesanti sanzioni imposte dagli Stati Uniti dall’altra non agevolano il lavoro della presidenza di Miguel Díaz-Canel, che accusa Washington di aver organizzato le manifestazioni per destabilizzare le istituzioni cubane.

Sui social circolano i video delle persone riunitesi nelle piazze e davanti ad alcuni luoghi delle istituzioni del Paese come il Capitolio Nacional de La Habana che richiedono maggiore libertà e slogan contro il Partito comunista. Dopo la divulgazione delle immagini su Twitter, le autorità hanno ristretto l’accesso a Internet e reagito in alcuni casi con violenza nei confronti della gente scesa in piazza.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia

Unione europea: miti e leggende