Bambino prodigio, Mohammad Ali Taheri prova presto a unire scienza e spiritualità nella sua ricerca. Crescendo riempie le aule universitarie di discepoli e si guadagna l’ostilità del regime. Dopo ripetute vessazioni, viene condannato a morte per aver “diffuso la corruzione sulla terra”

@channeldraw

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE