“Una pausa temporanea per problemi tecnici”, è quanto è  servito ai censori cinesi per ridare un tono all’immagine di  un’imperatrice troppo provocante e con un seno troppo vistoso apparsa  sugli schermi della tv cinese.


LEGGI ANCHE : Tutto sotto controllo: in Cina le telecamere intelligenti entrano in classe


L’attrice è Fan Bingbin nelle vesti  dell’imperatrice Wu Zetian, l’unica regnante donna ad aver seduto sul  trono durante la dinastia Tang tra il 618 e il 907 a.C., nella serie tv  ‘The Empress of China’, o anche la ‘Saga di Wu Zetian’. Ma non solo lei,  ad essere censurato è tutto il cast della fiction, totalmente al  femminile.

Immediatamente rimossa dalla programmazione della Hunan Tv, la serie  tv, che sul Web era ormai conosciuta come ‘La saga del seno di Wu’, è  tornata sugli schermi poco dopo solo più censurata e con qualche scena  tagliata appena sopra il busto della bella attrice. Primi piani insomma  per nascondere scollature provocanti dallo sguardo di adulti e bambini.

Categorica la risposta del Global Times, quotidiano cinese in lingua  inglese legato al Partito comunista cinese, secondo cui è necessario un  sistema di controllo: “La realtà è che la censura esiste in molti Paese  ed è improbabile che la tendenza venga invertita in Cina”, si legge.

Una censura, quella cinese, non del tutto imprevedibile. Nonostante i  regolamenti emanati dalle autorità preposte al controllo che vietano  scene con nudità, fantasmi, violenze sessuali e anche suicidi, uso di  droghe e scommesse, non è raro che un film venga ritirato dagli schermi  per essere editato per molto meno.

Redazione AgiChina www.agichina24.it

@GiTescione

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE