Tallinn, la capitale dei trasporti pubblici gratuiti

Tallinn è l'unica capitale europea in cui i trasporti pubblici sono interamente gratuiti per i residenti. Dal gennaio 2013, in seguito ad un referendum popolare (75,5% di voti a favore), quello della città estone è divenuto il sistema di trasporti pubblico gratuito più grande del mondo.

 In passato altre realtà urbane europee hanno tentato con esiti fallimentari la stessa iniziativa. 

Un caso su tutti: quello della cittadina belga di Hasselt, che, dopo aver abolito il pagamento del biglietto degli autobus a metà degli anni '90, è stata costretta a ripristinarlo alla fine dello scorso anno per ragioni di sostenibilità economica.

Ma perché il caso di Tallinn sembra invece avere successo? È un progetto realmente sostenibile per le casse della piccola capitale della Repubblica di Estonia? E ancora: dopo quasi due anni, cos'è cambiato dal punto di vista della mobilità urbana?

Da quando gli abitanti di Tallinn possono spostarsi gratuitamente da una parte all'altra della città, il numero dei passeggeri dei mezzi pubblici è cresciuto significativamente. Addirittura del 12,6% dopo appena sei mesi dall'avvio del progetto. Un numero considerevole che, se associato a quello relativo all'utilizzo dell'automobile (-9%), permette di comprendere l'impatto dell'iniziativa sulla mobilità della capitale estone. L'effetto più rilevante è dunque la riduzione del traffico automobilistico: in un solo anno gli ingorghi sono infatti diminuiti ben del 15%. In sostanza, di fronte alla possibilità di risparmiare tempo e denaro, i tallinnesi preferiscono lasciare a casa il mezzo meno vantaggioso.

Tuttavia questi benefici costano. Per rendere gratuito il trasporto pubblico per i residenti la municipalità ha infatti dovuto sostenere costi ulteriori per 12 milioni di euro. Dove sono state trovate le risorse? Ed è qui la differenza sostanziale rispetto al caso di Hasselt. Dall'inizio del 2013, cioè da quando è stato avviato il progetto, ben 12mila nuovi residenti si sono registrati presso gli uffici comunali. Allan Alaküla, capo dell’ufficio UE a Tallinn, sul sito ufficiale dell'Unione Europea ha spiegato che 1000 residenti portano ogni anno nelle casse della città un gettito fiscale aggiuntivo pari a 1 milione di euro, ovvero esattamente quanto occorre affinché l'iniziativa sia perfettamente sostenibile.

È interessante rilevare che l'aumento maggiore di popolazione residente sia avvenuto nel distretto Kesklinn, dove si è passati da circa 53mila a più di 56mila abitanti. Si tratta del distretto in cui hanno sede la Città vecchia e il moderno porto passeggeri di Tallinn, cioè un'area in cui vive la fascia medio-alta della popolazione e in cui si trovano gli immobili più costosi della città.

Tra gli obiettivi dell'amministrazione comunale c'è quello di stimolare, attraverso la gratuità dei mezzi pubblici, lo sviluppo economico della città. Ad esempio, agevolando gli spostamenti dei lavoratori a basso salario, così da evitare che si trovino nella condizione di dover rinunciare ad un posto di lavoro distante per via dei costi di trasporto, oppure incentivando i cittadini ad uscire la sera e durante il fine settimana e dunque ad incrementare l'economia locale.

I vantaggi sul piano della competitività (anche a livello internazionale) portati dall'iniziativa sono quindi evidenti. Una città in cui il trasporto pubblico funziona perfettamente (ed è gratis), non solo rende migliore la qualità della vita dei propri cittadini, ma attrae anche turismo ed investimenti. In questo senso, il caso di Tallinn è doppiamente virtuoso: da un lato la municipalità è riuscita a realizzare un progetto fortemente voluto dalla popolazione; dall'altro l'ha reso economicamente sostenibile, riuscendo ad inserirlo nella strategia urbana di lungo periodo (Strategy Tallinn 2030) e a trasformarlo in un ulteriore elemento per lo sviluppo della città.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA