spot_img

Cybersicurezza: perché Biden è costretto a rispondere alla Russia


Joe Biden ha convocato i suoi principali consiglieri di cybersicurezza per rispondere ai due attacchi hacker della settimana scorsa attribuiti a Mosca

Uscito dalla Situation Room, la sala della Casa Bianca dedicata alle riunioni di intelligence, il Presidente americano Joe Biden ha rilasciato parole piuttosto vaghe sul da farsi. Gli Stati Uniti risponderanno alla Russia, ha detto, per i due attacchi informatici che hanno colpito il Paese durante il weekend del Giorno dell’Indipendenza. In che modo lo faranno, però, non è chiaro.

Il contesto, in breve

Il Presidente aveva convocato mercoledì pomeriggio i suoi principali consiglieri di cybersicurezza proprio per formulare una risposta alle due infiltrazioni hacker subite dagli Stati Uniti la settimana scorsa: una ha riguardato la società di sviluppo software Kaseya e oltre un migliaio di aziende nel mondo che utilizzano i suoi prodotti; l’altra ha colpito l’architettura informatica del Comitato nazionale del Partito repubblicano (ma pare che non siano stati sottratti dati).

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cina: l’anno del Drago si presenta turbolento

Germania: la debacle dei partiti al governo

Colombia: la rottura di Petro con Israele

Il confine tra le due Coree torna caldissimo

Argentina: Javier Milei e la sua shock-therapy

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo