Dai Gotan Project a Plaza Francia a passo di tango


Questa storia si svolge tra Buenos Aires e Parigi. Non è infatti un caso se il progetto musicale di cui parliamo prende il nome da una piazza della capitale argentina, che però è...Plaza Francia. Dietro a questa insegna troviamo due musicisti che con l'Argentina e il tango hanno già avuto molto a che fare.

Questa storia si svolge tra Buenos Aires e Parigi. Non è infatti un caso se il progetto musicale di cui parliamo prende il nome da una piazza della capitale argentina, che però è…Plaza Francia. Dietro a questa insegna troviamo due musicisti che con l’Argentina e il tango hanno già avuto molto a che fare.

Eduardo Makaroff, argentino, Christoph H. Müller, svizzero. Due terzi dei Gotan Project, gruppo, sempre con base a Parigi, che può vantare il merito di aver ridato il tango una certa popolarità internazionale, mainstream.

Obiettivo raggiunto grazie a una profonda competenza e una genuina passione per questa espressione musicale popolare, che viene dimostrata anche nel lavoro di Plaza Francia, intitolato “A New Tango Songbook“. Il desiderio di Makaroff e Müller di far vivere ed evolvere il tango ha fatto dunque nascere una nuova serie di canzoni, scritte tutte dai due, con la collaborazione dell’arrangiatore Gustavo Beytelmann, franco-argentino pure lui, nonché vecchia conoscenza dei Gotan Project. A scrivere i testi ci ha pensato ancora Eduardo, insieme al fratello Sergio Makaroff.

Con questa manciata di nuovi pezzi, pronti per essere registrati, Makaroff e Müller avevano il consueto problema di trovare degli interpreti per le loro canzoni. E in questo caso l’ambizione era di avere solo voci femminili. Il primo approccio con Catherine Ringer arriva grazie alla stima che i due hanno sempre avuto per la cantante francese, che accetta di cantare due delle dodici composizioni per il disco. Ma la sua interpretazione colpisce così tanto gli autori da spingerli a domandarle di essere l’unica voce del disco: Catherine non aspettava altro, anche per rilanciare e reinventare la propria carriera, e dice sì con entusiasmo.

Catherine Ringer in Italia non è forse molto conosciuta: è stata la cantante dei Les Rita Mitsouko, inconico duo del rock francese, il cui percorso artistico è terminato nel 2008, dopo la morte del compagno di Catherine, nella vita e nella musica, Fred Chichin. Il primo successo della coppia, “Marcia Baila”, aveva casualmente a che fare proprio con l’Argentina, essendo un tributo alla coreografa Marcia Moretto, con cui la Ringer aveva lavorato in gioventù.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia