spot_img

Trump fa male all’Italia


Il nostro è tra i principali Paesi esportatori negli Stati Uniti. Un rincaro delle tariffe rischia di danneggiarci non poco

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. REUTERS/Leah Millis

Il nostro è tra i principali Paesi esportatori negli Stati Uniti. Un rincaro delle tariffe rischia di danneggiarci non poco

Le guerre mondiali intercontinentali, ai nostri giorni, si fanno coi dazi. Per carità, molto meglio che con i cannoni e le atomiche, ma non per questo la situazione è così pacifica come sembrerebbe. Lo scontro a suon di tariffe tra Usa e Cina, eterna riedizione della primordiale guerra del Peloponneso tra Atene e Sparta, ovvero tra una potenza insulare e marittima e una continentale, potrebbe portare a una sanguinosa recessione mondiale, foriera, come tutte le recessioni, di disoccupazione, miseria, lacrime e dolori. E infatti le borse tremano, perché i mercati sono nemici delle tariffe doganali e a favore del libero scambio.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo