spot_img

Dimissioni sovrane


E' soprannominato «l'uomo invisibile» perché non ha mai rilasciato un'intervista e di lui si hanno solo due foto pubbliche: una di quando era studente e una di quando è tornato in Cina. Zhu Changhong responsabile degli investimenti per la State Administration of Foreign Exchange, l'agenzia che gestisce 3,8 mila miliardi di dollari di riserve in valuta estera della Cina, si è dimesso.

E’ soprannominato «l’uomo invisibile» perché non ha mai rilasciato un’intervista e di lui si hanno solo due foto pubbliche: una di quando era studente e una di quando è tornato in Cina. Zhu Changhong responsabile degli investimenti per la State Administration of Foreign Exchange, l’agenzia che gestisce 3,8 mila miliardi di dollari di riserve in valuta estera della Cina, si è dimesso.

 

Nei giorni scorsi la notizia è trapelata tra i no comment degli uomini della Safe; ieri invece qualcuno ha parlato, sostenendo che le dimissioni arriveranno alla fine del mese e saranno concordate. Non solo, perché dagli ambienti finanziari cinesi, la scorsa settimana era arrivata la notizia del ritiro a 60 anni di Gao Xiqing, presidente del Cic, il fondo sovrano cinese. Si tratta di due scossoni clamorosi nel mondo finanziario nazionale, di personaggi poco conosciuti in occidente, ma che gestiscono fette importanti di potere economico del gigante asiatico.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img