Dire seriamente che Ganesha è il primo esempio di chirurgia plastica nella Storia


Narendra Modi, e lo dico senza la minima ombra di sarcasmo, è un gigante della politica indiana. Un primo ministro in grado di complimentarsi per il progetto spaziale indiano all'indomani del successo della Mission to Mars e, nemmeno un mese dopo, capace di sostenere seriamente che siccome il dio Ganesha ha il corpo di uomo e la testa di elefante allora è evidente che nel passato, in India, esistevano ed operavano dei prodromi degli odierni chirurghi estetici, è un gigante. E senza ridere, qui sotto, provo a spiegare perché.

Narendra Modi, e lo dico senza la minima ombra di sarcasmo, è un gigante della politica indiana. Un primo ministro in grado di complimentarsi per il progetto spaziale indiano all’indomani del successo della Mission to Mars e, nemmeno un mese dopo, capace di sostenere seriamente che siccome il dio Ganesha ha il corpo di uomo e la testa di elefante allora è evidente che nel passato, in India, esistevano ed operavano dei prodromi degli odierni chirurghi estetici, è un gigante. E senza ridere, qui sotto, provo a spiegare perché.

 

Alcuni giorni fa Modi ha partecipato all’inaugurazione di un ospedale realizzato coi soldi del gruppo Reliance (sfera Mukesh Ambani, l’uomo più ricco del paese) e, davanti a una platea di scienziati e professionisti della medicina, ha detto – in hindi – quanto segue.

Abbiamo tutti letto di Karna nel Mahabharata. Se ci pensiamo un poco, si capisce che il Mahabharata dice che Karna non nacque dal grembo di sua madre. Significa che, all’epoca, c’era già la genetica. Ecco perché Karna poté nascere fuori dal grembo di sua madre.

Il riferimento è al poema epico del Mahabharata e Karna, uno dei più grandi guerrieri lodati nel poema, si narra sia stato “consegnato” dal dio Surya, il Sole, alla madre Kunti (quindi non partorito, consegnato).

Poco dopo, Modi ha aggiunto:

Noi adoriamo Ganesha. All’epoca ci deve essere stato qualche chirurgo plastico che riuscì a mettere la testa di un elefante sul corpo di un essere umano, iniziando così la pratica della chirurgia plastica.

Il primo ministro indiano si riferisce qui a uno dei miti più popolari circa la nascita di Ganesha, il dio dalla testa d’elefante. Secondo una delle varie versioni, Ganesha fu decapitato da Shiva, che sostituì la testa umana di Ganesha con quella di un elefante (sui motivi della decapitazione si aprono varie ipotesi, dalla gelosia alla punizione per uno sgarbo subìto).

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img