spot_img

Turchia e Italia rafforzano la partnership strategica


La visita storica di Mario Draghi ad Ankara segna una nuova fase nel rapporto tra i due Paesi. Alle spalle le polemiche dei mesi scorsi, dalle crisi siriana e libica alle tensioni turche con l'Ue, passando per la questione dei migranti

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

La visita storica di Mario Draghi ad Ankara segna una nuova fase nel rapporto tra i due Paesi. Alle spalle le polemiche dei mesi scorsi, dalle crisi siriana e libica alle tensioni turche con l’Ue, passando per la questione dei migranti

Una nazione amica, un partner strategico, un alleato della Nato. Recep Tayyip Erdoğan lancia segnali del tutto propositivi nei confronti dell’Italia, indirizzando a Mario Draghi un chiaro messaggio d’interesse nel rafforzare ulteriormente la relazione tra Ankara e Roma, ma anche con Bruxelles. Il Presidente turco e il capo del Governo italiano si incontrano in uno storico summit che vede la presenza di numerosi Ministri dell’esecutivo Draghi. Un incontro all’interno del framework del Summit Intergovernamentale Turchia-Italia, giunto alla terza edizione ma a distanza di 10 anni dall’ultima occasione nel quale fu organizzato.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img