spot_img

Draghi incontrerà il neo Cancelliere Olaf Scholz


L’agenda dell’incontro è quasi tutta dettata dall’attualità dei dossier europei, dal Patto di stabilità alla lotta alla pandemia, dal clima alla Bielorussia. Sono forse maturi i tempi per firmare un nuovo Trattato del Campidoglio?

Parigi e Bruxelles sono state le prime tappe obbligate dei viaggi all’estero del neo Cancelliere tedesco Olaf Scholz subito dopo il suo insediamento. Il successore di Angela Merkel vedrà anche il Presidente del Consiglio Mario Draghi a testimonianza dell’importanza che Berlino annette al nostro Paese nella costruzione del futuro dell’Europa. Già giovedì prossimo i due si incontreranno per un primo contatto a margine del Consiglio europeo a Bruxelles. Ma si sta lavorando a un colloquio più strutturato durante un viaggio di Scholz a Roma prima di Natale.

L’agenda dell’incontro Draghi-Scholz è quasi tutta dettata dall’attualità dei dossier europei. Dalla riforma del Patto di stabilità alla lotta alla pandemia e al Pnrr, dal pacchetto climatico Fit for 55 al patto per l’immigrazione; dalle relazioni transatlantiche alle vicende della Bielorussia, della Russia e dell’Ucraina.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Le colpe di Netanyahu: politicamente morto?

Cina, Giappone, Corea del Sud: riprende il dialogo

Australia: il tour diplomatico di Anthony Albanese

Quale piano per la Palestina?

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo