spot_img

Consiglio europeo: Ucraina più vicina, ma restano divisioni sul gas


Draghi ce l'ha messa tutta per fissare un Consiglio straordinario a luglio sul price cap, ma non è riuscito a convincere Germania e Olanda. Di sicuro, punterà a tenere caldo il tema al G7 di domenica

Gerardo Pelosi Gerardo Pelosi
Inviato de Il sole 24 ore dal 1990.

Draghi ce l’ha messa tutta per fissare un Consiglio straordinario a luglio sul price cap, ma non è riuscito a convincere Germania e Olanda. Di sicuro, punterà a tenere caldo il tema al G7 di domenica

BRUXELLES – Nella notte tra giovedì e venerdì a Bruxelles ce l’ha messa davvero tutta il premier Mario Draghi (spalleggiato dal Presidente francese Emmanuel Macron e dal Presidente del Consiglio Ue Charles Michel) per convincere gli altri partner che un Consiglio straordinario a luglio sul cosiddetto “price cap” per il gas si rendeva assolutamente indispensabile.

Disco rosso da Germania e Olanda

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img