E ora, dove andiamo?


Il processo di trasformazione avviato con le primavere arabe sembra sospeso, in primo piano la questione della democrazia. Le rivolte sono riuscite a rovesciare vari dittatori e a condurre a libere elezioni, ma la speranza verso la democrazia rischia di esaurirsi prima del traguardo.

Il processo di trasformazione avviato con le primavere arabe sembra sospeso, in primo piano la questione della democrazia. Le rivolte sono riuscite a rovesciare vari dittatori e a condurre a libere elezioni, ma la speranza verso la democrazia rischia di esaurirsi prima del traguardo.

 

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Marocco e Israele, ecco l’accordo sulla difesa

Nucleare: a Vienna riaprono i colloqui con l’Iran

La variante sudafricana non esiste!

La Pop Art e la critica del sistema