Russia: la nuova povertà genera xenofobia

Putin e la classe dirigente russa ammettono, forse troppo tardi, di aver sottovalutato il problema. In tutto il Paese, in particolare a San Pietroburgo, si susseguono cruenti episodi di violenza razzista. Anche contro gli stessi meridionali russi. Le cause sono quelle di sempre: povertà, disoccupazione, ignoranza. Che ancora una volta prendono forma nelle periferie informi e degradate delle grandi città.

 

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA